MOTOGP GP Gran Bretagna: pole position di Jorge Lorenzo davanti a Dovizioso

Prosegue il duello tutto rosso Ducati. Zarco si mette terzo, con l’acqua affondano le Yamaha ufficiali
MotoGP | GP Gran Bretagna: pole position di Jorge Lorenzo davanti a Dovizioso
di 25 agosto 2018, 17:23

Era dal 2006 che due Ducati non si piazzavano nei primi due posti in qualifica, per la precisione dal Gran Premio d’Italia al Mugello con Gibernau davanti a Capirossi. Anche in questo caso ci sono protagonisti uno spagnolo e un italiano, ovvero due dei tre protagonisti delle ultime gare. Jorge Lorenzo per un solo decimo ha preceduto, su una pista con condizioni tutt’altro che semplici, Andrea Dovizioso, che a sua volta ha preceduto una Yamaha. Non però quella di Viñales o di Rossi, veloci per tutto il weekend tranne proprio il sabato pomeriggio, ma quella di Johann Zarco, che tra l’altro si è trovato proprio il leader del mondiale Marc Márquez sul suo cammino all’ultimo giro. Il #93 invece partirà in seconda fila dalla quinta casella (non abituale per lui) ma è andato molto peggio alle M1 ufficiali. Dopo i turni in palla di Viñales e Rossi del venerdì, l’umido ha di nuovo mandato in crisi il mezzo giapponese, e i due piloti partiranno dalla quarta fila, con il #25 11° davanti a Vale.

LA CRONACA

Già nella FP4 la variabile della pioggia si palesa, ma durante la Q1 l’acquazzone cessa permettendo quantomeno ai piloti di girare, seppur su gomme Rain. Alla sessione non partecipa Esteve Rabat a causa di uno scontro clamoroso con la moto di Franco Morbidelli, caduto alla stessa curva del ducatista, rimediando diverse fratture alla gamba destra e al femore. In Q1 passano Smith e Rins, mentre sono discrete le prove dello stesso Morbidelli e di Redding, 13° e 14° e arrivati molto vicini a raggiungere il secondo spot per la Q2. Aleix Espargaró solo 17° con la seconda Aprilia.

La Q2 subisce un ulteriore ritardo di trenta minuti a causa della pista poco bagnata per le Rain e fin troppo per le Slick, e la sessione inizia così alle 16:30 ora italiana. Particolare ciò che succede prima del ritardo della sessione, con Lorenzo e Viñales che, già in pit lane, procedono in contromano per tornare ai box. Per il momento non sono ancora arrivati comunicati per i due piloti.

La sessione inizia finalmente e i più in palla da subito sono Miller, Márquez e Lorenzo, ma anche Zarco riesce a emergere con la M1 2016. La lotta tra i quattro prosegue con l’inserimento di Dovizioso, quando Miller al secondo run decide di giocare la carta matta delle gomme d’asciutto come in Argentina; per sfortuna dell’australiano, l’azzardo stavolta non pagherà a causa di un T2 ancora troppo umido per queste gomme. Nei minuti finali la battaglia si restringe alle due GP18 ufficiali, con Dovizioso che per primo scende sotto il muro dei 2:11, ma il 2:10.155 di Lorenzo vale la pole position per il maiorchino. Crutchlow si assicura il quarto posto e Danilo Petrucci chiude la seconda fila, mentre la debacle del team Movistar ha del clamoroso anche stavolta. Miller chiude nono le prove.

Qui i risultati di queste pazze qualifiche.

Fonte immagine: motogp.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.