MotoGP | GP Gran Bretagna: 60a pole in top class per Márquez, prima fila per Rossi e Miller

MOTOGP
GP Gran Bretagna: 60a pole in top class per Márquez, prima fila per Rossi e Miller

Lo spagnolo incontenibile nel giro secco, resiste all’assalto dei vari Quartararo, Rossi e Viñales di 24 Agosto 2019, 16:26

Quella che sembrava una qualifica a due, tra Marc Márquez e Fabio Quartararo, ha visto invece una lotta con molti più protagonisti e che ha regalato non poche emozioni ai fan presenti a Silverstone e quelli a casa. La pole, la 60a in MotoGP, è andata effettivamente al primo dei due piloti citati, e per domani è la posizione ideale da cui Márquez potrà tentare di ottenere l’ennesimo successo della stagione.

Al suo fianco c’è sì una Yamaha, ma non è quella che molti si aspettavano: Valentino Rossi è tornato a stupire come solo uno del suo calibro sa fare, ottenendo la seconda piazza in una Q2 piuttosto serrata nei distacchi (anche se il suo dal poleman è di 0.428, rispetto all’1:58.168 mostruoso fatto dal campione del mondo). Basti pensare che Jack Miller, ottimo terzo, è ad appena sei millesimi da “The Doctor”, mentre Fabio Quartararo aprirà la seconda fila dopo aver perso la terza piazza per appena un centesimo. Al suo fianco ci saranno Rins e Viñales.

LA CRONACA

I favoriti per il passaggio dalla qualifica 1 alla seconda manche sono Álex Rins e soprattutto Andrea Dovizioso, vittima nella FP4 di un problema tecnico sulla sua Ducati durante il giro di rientro ai box. Nonostante la minaccia delle KTM, i due passano agevolmente la tagliola, con “Dovi” che scende addirittura sotto il muro dell’1:59. Quinta fila che sarà tutta della KTM, con Pol Espargaró, Johann Zarco (a un decimo da Pol nonostante una caduta) e Miguel Oliveira, mentre Jorge Lorenzo, tra guai fisici e poca confidenza, racimola un 21° posto davanti al solo Abraham.

Si parte con la Q2 e le scelte degli pneumatici sono varie: Viñales e Miller optano per una gomma media anteriore, la maggior parte dei piloti (tra cui Márquez) scelgono uno pneumatico Hard anteriore da abbinare alla Soft posteriore, mentre Dovizioso va addirittura per una soluzione H-M, avendo solo una Soft per il secondo run. Sin dai primi minuti la lotta pare tra il #93 e il #20, col francese che batte lo spagnolo per cinque centesimi prendendosi la pole provvisoria.

Al rientro ai box però “El Diablo” è costretto a cambiare moto: la numero uno ha un problema alle valvole pneumatiche e Quartararo è costretto a scendere in pista con il muletto. Tra i primi a scendere in pista per il tentativo decisivo ci sono Dovizioso e Crutchlow, col forlivese che si mette in prima fila momentanea mentre Cal finisce a terra dopo un ottimo primo settore.

Il risultato di Dovizioso è però solo momentaneo, perché la Ducati #04 rallenta mentre tutti i top possono ancora migliorare: Rins e Viñales si piazzano tra la Honda #93 e il ducatista, mentre Quartararo non si migliora; il gruppo di Rossi, Márquez e Miller è invece in pista insieme e sono tutti tempi velocissimi per il trio, che si piazza proprio in prima fila con lo spagnolo davanti al #46 e a “Jackass”.

Terza fila per Dovizioso, e si tratta di un risultato che salva il salvabile viste le premesse delle prove. Al suo fianco ci saranno Morbidelli e Crutchlow, mentre in quarta fila troviamo Nakagami, Petrucci (autore di un’altra prestazione sottotono) ed Aleix Espargaró.

Ecco qui i risultati di questa qualifica 2 e la griglia di partenza della classe regina per domani.

Fonte immagine: hondaracingcorporation.com


Condividi