MOTOGP GP Francia, sintesi prove libere

Le Yamaha tornano davanti con Viñales nella FP3, Márquez e Dovizioso si alternano al venerdì di 19 maggio 2018, 12:23 Condividi
MotoGP | GP Francia, sintesi prove libere

Dalle sessioni libere della MotoGP, la gara di Le Mans si preannuncia molto accesa e piena di plausibili protagonisti. Tra questi sicuramente la Yamaha, tornata davanti grazie al vincitore dell’ultimo Gran Premio di Francia svoltosi, Maverick Viñales. Lo spagnolo nella FP3 ha fatto segnare il suo tempo migliore, che gli è valso il primo posto anche nella combinata delle tre sessioni di prove libere, di fronte al connazionale Marc Márquez. Se per “Top Gun” il turno si è svolto solamente sulle gomme Soft, il campione del mondo in carica pare quello più incline a nascondere le proprie carte: sia nella FP2 (conclusa al secondo posto) che nella FP3, Marc ha girato prevalentemente con la gomma media al retrotreno, riuscendo lo stesso a tenere un passo più che dignitoso. Sia Dovizioso che Viñales, rispettivamente nella seconda e nella terza prova libera, lo hanno distanziato di appena un decimo.

I segnali positivi per Yamaha continuano col nove volte campione Valentino Rossi. Il #46 ha migliorato di tre decimi il suo crono tra venerdì e sabato aggiudicandosi il terzo posto, ma pare ancora abbastanza indeciso sul set di gomme da usare al posteriore, avendo provato per buona parte del turno lo stesso pneumatico del rivale Márquez. Johann Zarco, quarto, potrebbe essere un po’ ridimensionato qui davanti al suo pubblico vista la ripresa delle M1 ufficiali, ma il suo ritmo sull'1:32 basso nel secondo run non è affatto da sottovalutare (seppur tenuto per pochi giri e con gomma Soft).

Il capitolo Ducati inizia nel segno del neo-rinnovato Andrea Dovizioso, che tra i piloti di testa è stato l’unico a non migliorarsi nella FP3. Nonostante questo, Dovi accederà direttamente alla Q2 grazie alla prima posizione ottenuta in FP2 (dov’era stato l’unico a girare sotto l'1:32 sul giro singolo), precedendo due dei suoi tre compagni di marca principali. In sesta posizione infatti c’è Jorge Lorenzo, che al contrario dello scorso anno partirà dal Q2, davanti alla sorpresa Jack Miller con la Ducati 2017. Stupisce in negativo l’assenza di Petrucci, che dovrà superare lo scoglio della prima qualifica avendo stampato il 12° tempo.

Sorprende però che l’unica Honda nella top ten sia proprio quella del #93, perché anche le altre moto ufficiali della Casa dell’Ala Dorata sono rimaste abbastanza indietro. La seconda Honda in classifica è quella di Cal Crutchlow in 11a piazza, distanziato di mezzo secondo sul tempo dallo spagnolo; addirittura 16° quella di Daniel Pedrosa, autore del podio qui dodici mesi fa. Tutto ciò rafforza la tesi di come Le Mans non sia una pista amica della RCV. Nona e decima posizione per Aleix Espargaro su Aprilia e per Andrea Iannone sulla prima Suzuki, che ha sfoggiato nella terza sessione un casco coi colori del personaggio Deadpool.

In Moto2 le prime due posizioni nella terza libera sono state occupate, a sorpresa, dalle Kalex del team Dynavolt con Schrotter davanti a Vierge. Il team sta facendo un poderoso balzo in avanti nelle posizioni che contano con lo spagnolo, ma entrambi i piloti dovranno vedersela con i piloti in lotta per la corona mondiale: in terza posizione spunta il leader del mondiale Bagnaia (vincitore qui in Moto3 con la Mahindra), davanti al duo Marc VDS formato da Álex Márquez e Joan Mir. In netta crisi, a prima vista, le KTM che come l’anno scorso non digeriscono per nulla il Bugatti Circuit: Oliveira è 12°, Binder addirittura 18° davanti al compagno di marca Lecuona.

In Moto3 la prima posizione nella combinata è andata a Marcos Ramirez su KTM, reduce dal podio casalingo di Jerez che pare averlo galvanizzato. Tra i primissimi inseguitori dello spagnolo ci sono tre italiani, con Antonelli secondo, Bastianini quinto e il leader della generale Bezzecchi, il cui comportamento sulla pista francese è ancora tutto da scoprire. Il favorito di quest’anno Jorge Martín ha concluso 12° le tre sessioni, ma non considerarlo in lotta per il weekend sarebbe un errore considerando che qui il #88 ha ottenuto la pole position nel 2017.

Appuntamento alle 12:35 con la QP della classe leggera. Qui i risultati della FP3 della MotoGP.

Fonte immagine: motogp.com

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.