MOTOGP GP Catalunya, sintesi warm-up

Dovizioso davanti a tutti, Ducati e Márquez favorite, sorpresa Rabat tra i primi
MotoGP | GP Catalunya, sintesi warm-up
di 17 giugno 2018, 11:00

Alla fine del turno di riscaldamento della MotoGP, il più veloce è stato Andrea Dovizioso col tempo di 1:39.571. L’italiano conferma, come del resto gli altri due protagonisti attesi, di essere della partita per la vittoria, in modo da recuperare qualche punto decisivo nella classifica iridata su Marc Márquez. Sul ritmo visto nella mezz’ora, il forlivese sembra anche il migliore sul passo, con cinque giri veloci sul ’39 alto, l’unico a riuscirci.

La seconda Ducati ufficiale guidata da Jorge Lorenzo è in sesta posizione, ma è un risultato abbastanza ingannevole considerando che nel suo ultimo giro veloce Aleix Espargaró l’ha ostacolato all’uscita dell’ultima curva. Nonostante questo, il ritmo di Lorenzo pare comunque più che buono per lottare, col miglior giro fatto sull’1:39.865. La sorpresa del turno è però stata un’altra Ducati, quella di Tito Rabat: il pilota del team Avintia (che ha schierato la livrea totalmente nera in segno di lutto) ha girato un primo run sul ’40 e mezzo, mentre il secondo è stato quasi a livello dei primi sul ’39 alto. Dalla terza fila, Tito potrebbe far vedere grandi cose.

Altra giornata di difficile interpretazione per la Yamaha: per un Valentino Rossi ottimo terzo con la Soft al posteriore, c’è un Maverick Viñales appena in top ten col ’40.0; il ritmo di “Top Gun” è molto costante con quasi dieci giri sul ’40 basso, ma servirà di meglio per battere le V4 di Borgo Panigale. La M1 si difende bene nei settori 2, 3 e 4, ma perde molto nel primo tratto. Marc Márquez quarto, con un ritmo similare a quello di Lorenzo.

In Moto2 a impressionare è ancora una volta Fabio Quartararo: dopo la pole assolutamente inaspettata di ieri, il francese si è preso di prepotenza il primo posto anche nel warm-up, davanti a Schrotter e Pasini. Márquez si conferma solido in quarta posizione mentre è solo decimo Pecco Bagnaia, che nelle libere del venerdì aveva invece dato l’impressione di poter dominare la scena. Sul ritmo gara situazione molto più equilibrata invece.

In Moto3 è riapparso in grande stile il possibile dominatore della categoria: Jorge Martín ha rifilato ben tre decimi al poleman Enea Bastianini sul giro secco, e sul ritmo il madrileno pare averne anche di più rispetto al pilota Leopard. Terza posizione per il #8 Nicolò Bulega per lo Sky Racing Team, con un solo giro sotto al muro del ’50 ma valevole per il terzo posto; tutti gli altri passaggi sono stati sul ’50 basso, un ritmo non sufficientemente veloce per lottare per la vittoria a prima vista. Bezzecchi 11°, Di Giannantonio 13°.

Alle ore 11:00 partirà la Moto3 per la prima gara del weekend.

Fonte immagine: motogp.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.