MOTOGP GP Austria: Márquez di due millesimi! Prima fila completata dalle Ducati

Prosegue la sfida a tre vista a Brno. Petrucci quarto apre la seconda fila, Rossi solo 14°
MotoGP | GP Austria: Márquez di due millesimi! Prima fila completata dalle Ducati
di 11 agosto 2018, 15:30

Turno di qualifiche emozionante anche per la MotoGP con la seconda pole consecutiva, qui in Austria, per il campione del mondo Marc Márquez. Come dodici mesi fa, il confronto che ci si aspetta è tra il “marziano” e le Ducati, vicinissime al tempo fatto dalla Honda #93. In particolare Andrea Dovizioso, secondo ad appena due millesimi dalla pole, che tradotto equivale a circa dieci centimetri.

Terza posizione per Jorge Lorenzo, a poco più di un decimo dai suoi due avversari, seguito a sua volta da Danilo Petrucci che, partendo dalla seconda fila, completa il tridente di Borgo Panigale con cui attaccare il campione del mondo. Al suo fianco Cal Crutchlow e Johann Zarco, tornato a essere il migliore delle Yamaha.

LA CRONACA

Nella Q1, dopo il mancato miglioramento dei tempi a causa della pioggia e il problema alla corona, troviamo Rossi e assieme al pesarese anche Rins, Bautista, le due Aprilia e l’unica KTM di Bradley Smith. L’inglese stupisce rimanendo a lungo in seconda posizione nel turno, impedendo proprio al #46 di qualificarsi per la seconda sessione. Negli ultimi minuti la Ducati di Bautista migliora sensibilmente avvicinandosi anche all'1:23 mentre Rossi, rimasto dietro a Franco Morbidelli, viene rallentato e rimane clamorosamente fuori, a vantaggio invece di Álex Rins.

L’esclusione dello yamahista è il preludio di un turno tremendo per il team Movistar, con Viñales che non si schioda dalla quarta fila fino alla fine del turno. La lotta per la pole si restringe quindi ai tre nomi protagonisti dell’ultima gara, tutti su strategie differenti: Márquez opta per un solo run continuo, Dovizioso sceglie di farne due (stranamente entrambi su gomma Medium al posteriore), mentre Lorenzo va addirittura per i tre run. Lo spagnolo della Honda Repsol è un martello e fa segnare giri veloci su giri veloci, mentre Dovizioso decide di fare un primo giro lanciato lento per poi spingere.

Davanti si alternano i due spagnoli fino agli ultimi minuti, quando Dovizioso con la gomma nuova spinge forte e si ferma a due millesimi da Márquez. Anche Lorenzo migliora il tempo al penultimo passaggio ma non basta per impensierire i due avversari; nel frattempo le Suzuki si risvegliano facendo segnare buoni tempi, con Iannone che fa sesto ma si vede poi scavalcare da Zarco e soprattutto da Rabat. Solo 11° Viñales.

Qui i risultati del turno di qualifiche 2.

Fonte immagine: motogp.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.