MOTOGP GP Australia, Márquez in pole nonostante il meteo pazzo

La pioggia condiziona tutto e tutti tranne il campione in carica di 22 ottobre 2016, 07:45 Condividi
MotoGP | GP Australia, Márquez in pole nonostante il meteo pazzo

Neanche il meteo impazzito ferma Marc Márquez. Il campione del mondo della Honda in carica conquista la pole position del GP d'Australia della MotoGP davanti a Cal Crutchlow e Pol Espargaró.

Dopo una FP1 allagata, una FP2 saltata e una FP3 asciutta, la FP4 viene interrotta e ripresa per l'ennesimo diluvio su Phillip Island. Il risultato è la pochissima confidenza con la pista al ritorno dell'asciutto, e a farne le spese sono soprattutto le Yamaha ufficiali. Rossi e Lorenzo si devono giocare in Q1 l'accesso alla Q2, ma se lo spagnolo riesce a qualificarsi seppur con difficoltà, l'italiano resta escluso e partirà in 15a posizione. Insieme a lui anche il suo futuro compagno Viñales resta fuori dai 12 che si giocano la pole.

In Q2 (la sessione inizia praticamente un'ora dopo l'orario programmato), con Lorenzo che resta ancorato alla 12a posizione senza mai segnare un tempo decente, Marc Márquez fa come se nulla fosse e inanella giri veloci uno dopo l'altro. Lo spagnolo ferma i cronometri sull'1:30.189 e si porta a casa la pole con 8 decimi di vantaggio su un fantastico Cal Crutchlow. Terza e quarta posizione per i fratelli Espargaró, con Pol che precede Aleix.

Fenomenali anche Jack Miller e Danilo Petrucci, che completano la seconda fila. Terza fila per un ottimo Nicky Hayden al rientro sulla Honda ufficiale al posto di Pedrosa, Stefan Bradl sull'Aprilia e Andrea Dovizioso sulla Ducati. Chiude la top ten l'altra Ducati di Hector Barberá.

Il risultato della Q2 e quello della Q1.

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.