MOTOGP Dovizioso fa la sua scelta, in Ducati per i prossimi due anni

Il forlivese prosegue il suo rapporto con Borgo Panigale rifiutando le offerte di Honda
MotoGP | Dovizioso fa la sua scelta, in Ducati per i prossimi due anni
di 18 maggio 2018, 22:16

Andrea Dovizioso ha fatto la sua scelta: guidato dal suo manager Simone Battistella, il forlivese ha scelto ancora una volta la causa dell’italiana Ducati. Dopo diverse stagioni in crescendo (soprattutto per Dovi stesso), culminate con il secondo posto nel mondiale piloti 2017, la voglia di ritentare il colpaccio per entrambe le realtà italiane c’è tutta. Dovizioso, come Rins ed Espargaró in questo weekend, ha firmato un biennale e correrà per Ducati Corse fino al 2020. Se il termine verrà raggiunto, Dovi diventerà il ducatista più longevo di sempre.

Il vicecampione ha commentato così il suo rinnovo: “È una grande giornata. Oggi abbiamo confermato che il nostro matrimonio può continuare e ti fa anche correre in un modo più rilassato. Sono contento di continuare a fare parte di questo progetto. L’anno scorso è stata una stagione strepitosa ma vogliamo di più e allora abbiamo deciso di continuare insieme, sono contento di come tutto si sia concluso. Era un contratto importante ed è naturale che la negoziazione sia stata complicata. Alla fine siamo arrivati a una conclusione”.

Curiose anche le parole del suo manager, decisivo per la trattativa come testimoniato dallo stesso pilota: "Ci sono stati tempi tecnici per negoziare, non ci sono stati errori. Il team ha sempre lavorato al massimo. Soprattutto a Jerez, tappa fondamentale per la negoziazione, il lavoro con la squadra ha risolto molti problemi in pista tanto che Andrea si stava giocando il podio in una pista di solito sfavorevole alla Ducati. Momento decisivo? Ci sono state riflessioni quasi ogni giorno, il momento più intenso ma anche piacevole da un certo punto di vista è stato quando Andrea ha raccolto tutte le informazioni, ha fatto il punto e si è detto "Ok, ora scelgo". Quanto è durata? Quasi una settimana. Non sappiamo se Ducati stava negoziando con altri piloti, Andrea si è sempre sentito al centro del progetto".

Infine, le parole del direttore sportivo del marchio italiano, Paolo Ciabatti: “È il nostro uomo dei record. La negoziazione è stata complicata ma siamo contenti che arriva questo accordo. Dobbiamo essere contenti di questo traguardo”.

Fonte immagine: motogp.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.