MOTOGP Álex Rins correrà con Suzuki fino al 2021

Lo spagnolo continuerà col team di Hamamatsu per i prossimi due anni di 17 maggio 2018, 19:30 Condividi
MotoGP | Álex Rins correrà con Suzuki fino al 2021

Poco dopo la notizia del rinnovo di Aleix Espargaró, ecco spuntare la notizia di un altro contratto biennale firmato in MotoGP. Stavolta è stato il turno di Álex Rins, pilota Suzuki dal 2017, che continuerà a esserlo anche nel 2019 e nel 2020. Il ventiduenne spagnolo di Barcellona, dopo un’annata piena di acciacchi fisici e una tornata test invernali pre-2018 parecchio promettenti, si è guadagnato la fiducia del manager del team giapponese Davide Brivio. La notizia del rinnovo era già ampiamente nell’aria e lo stesso Rins aveva già parlato di “un’offerta irrinunciabile” da parte di Suzuki. La fiducia mostratagli fa capire come, per gli anni a venire, sarà lui la prima punta del team azzurro.

Non potendo considerare i risultati del 2017 adeguatamente a causa dell’infortunio alla clavicola rimediato ad Austin, possiamo solo pensare che il vero potenziale del catalano nella classe regina debba ancora uscire fuori. In questo inizio 2018 Álex ha ottenuto un ottimo terzo posto per Suzuki in Argentina (il primo podio dopo più di un anno di digiuno), ma nelle restanti tre gare Rins ha collezionato ben tre cadute e altrettanti “zeri”, ritrovandosi quindi alle spalle del più costante Andrea Iannone.

Nonostante questo, la fiducia di Davide Brivio pare massima: "Sono davvero felice di aver potuto finalizzare il rinnovo del contratto di Álex per le stagioni 2019 e 2020 della MotoGP. Álex sta crescendo e sta migliorando velocemente. Sapendo che avremo ancora parecchio tempo a disposizione insieme, tutti potranno concentrarsi per cercare di ottenere dei risultati importanti con lui. Sono felice inoltre che Álex sia contento di proseguire con noi e voglio ringraziare tutti quanti per aver creato un ambiente piacevole per lui, nel quale si sente a suo agio a lavorare. Ora continuiamo a fare questo ottimo lavoro per portare avanti questo entusiasmante progetto".

Ecco le parole del pilota Suzuki: "Sono molto contento di questo rinnovo di contratto. Il mio debutto l'anno scorso è stato complicato: c'è stato l'infortunio alla schiena nei test di Valencia, poi quello alla caviglia in allenamento e quello al braccio ad Austin. Quindi dopo sole due gare avevamo già vissuto dei momenti molto difficili, ma la Suzuki mi ha sempre mostrato un grande sostegno". Ha continuato poi così: "Siamo stati in grado di ribaltare la situazione con pazienza, con il duro lavoro e finalmente quest'anno abbiamo ottenuto il primo podio insieme in Argentina. Ma non importa quali siano i risultati, perché l'umore nel box è sempre stato molto buono. Il team ha sempre creduto in me ed io so che posso fidarmi delle capacità dell'azienda e del team, con la certezza che possiamo continuare a puntare a grandi risultati. Ora dobbiamo solo continuare a lavorare duramente".

Proprio come in Aprilia, anche in Suzuki l’incertezza sulla scelta del secondo pilota è alta: Andrea Iannone, che sta facendo anche meglio del neo-rinnovato Rins, potrebbe esser costretto a lasciare la sella ancora una volta a favore di Jorge Lorenzo, i cui problemi di adattamento alla Ducati non sembrano avere fine. Il testa a testa per il posto in Suzuki sembra proprio fra l’ex-ducatista e il maiorchino. 

Fonte immagine: motogp.com

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.