MOTOGP Alex De Angelis è tornato finalmente a casa

MotoGP | Alex De Angelis è tornato finalmente a casa
di 29 ottobre 2015, 16:30

Finalmente una bella notizia in una settimana piena di polemiche, tra cui molte inutili.

Alex De Angelis è tornato a casa. Il pilota di San Marino è stato dimesso dall'ospedale locale e potrà, ora, continuare con la riabilitazione seguito dai suoi cari.

Questo il comunicato sul sito ufficiale di Alex.

"Alex è stato dimesso dall’Ospedale di Stato di San Marino ed è tornato finalmente a casa. De Angelis che era rimasto vittima di un terribile incidente nel corso delle FP4 del GP del Giappone, ha trascorso circa due settimane in terapia intensiva presso l’Ospedale Universitario Dokkyo di Mibu. Successivamente è stato trasferito in Italia con un volo medico e successivamente trasportato presso l’Ospedale di Stato di San Marino dove è rimasto per sole 48 ore. Le condizioni di Alex sono in continuo e costante miglioramento tanto che i medici non escludono il suo ritorno in pista per i test della MotoGP del prossimo febbraio 2016. Fino a quel momento, De Angelis dovrà portare un busto per circa 45 giorni, sottoporsi a continui controlli e seguire la fisioterapia necessaria per tornare in perfetta forma."

Queste le parole di Alex: ”Sono veramente felice di essere tornato a casa. Questo è un segnale molto positivo per me e non vedo l’ora di tornare ad allenarmi. I medici hanno escluso per il momento che io ritorni in moto, ma non fa nulla perché nel periodo invernale comunque non si può provare. Userò questo tempo per rimettermi in forma e per arrivare ai primi test dell’anno prossimo pronto per la stagione. Ancora una volta voglio ringraziare tutto il personale medico che mi ha assistito e si è fatto in quattro per me, sia in Giappone che a San Marino. Un grazie ancora alla Clinica Mobile e a tutti i tifosi e agli amici che mi hanno fatto sentire la loro vicinanza anche quando ero lontano”.

Un sincero augurio di pronta guarigione da tutti noi, con la speranza di rivederlo presto in pista!

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.