MOTOGP Aleix Espargaró rinnova con Aprilia per due anni

La Casa di Noale crede ancora nella MotoGP. Ancora dubbi sulla seconda sella di 17 maggio 2018, 19:00 Condividi
MotoGP | Aleix Espargaró rinnova con Aprilia per due anni

Una settimana colma di news per le due ruote, a poche ore dall’inizio del quinto round del Motomondiale sul tracciato di Le Mans. Un altro tassello è andato al suo posto nel mercato piloti della MotoGP, con il rinnovo biennale di Aleix Espargaró insieme al team Gresini, equipaggiato chiaramente con le Aprilia RS-GP. La Casa di Noale, dopo aver in una certa maniera smentito l’arrivo di un team interno in SBK in vista del campionato 2019, sembra al contempo ancora convinta di poter far bene col proprio mezzo nei prossimi anni. Aprilia crede ancora nel progetto MotoGP, e lo testimoniano le parole dello spagnolo e di Romano Albesiano.

A iniziare il discorso è stato proprio il fratello più grande di Pol: “Sono molto contento di rimanere altri due anni con Aprilia. Per la prima volta nella mia carriera riesco ad avere stabilità, è importante per migliorare e crescere insieme. Ho un unico obiettivo, un’ossessione, ed è quella di portare la RS-GP sul podio. Ringrazio Aprilia e tutta la mia squadra, continueremo a lavorare al massimo fino al 2020”. Quello in corso per Aleix è il secondo anno in sella all’Aprilia, ed è stato proprio lui a portare la RS-GP ai suoi migliori risultati l’anno scorso, con due sesti posti in Qatar e ad Aragón.

Ecco le parole del capo del Reparto Corse Aprilia: “Questo rinnovo è innanzitutto un riconoscimento alle qualità di Aleix, un pilota veloce e un professionista esemplare. Fin dal suo arrivo, ha saputo portare passione e motivazione nel box, con effetti positivi su tutto il team. Il suo contributo alla crescita della RS-GP è innegabile e sono sicuro che i prossimi due anni ci permetteranno di raggiungere risultati importanti e soprattutto ci riporteranno a coinvolgere, emozionare e far sognare i giovani e i tantissimi fan che Aprilia ha in tutto il mondo. I segnali ci sono, dare continuità al progetto tecnico con un pilota che conosce bene team e moto ci permette di programmare al meglio lo sviluppo in ottica futura”.

C’è ancora incertezza per quanto riguarda il secondo pilota: a fronte di uno Scott Redding finora in sofferenza su questa moto, potrebbe esserci un italiano a fare compagnia al #41. Il nome più in voga, da quest’inverno oramai, è Danilo Petrucci che per il momento è in attesa delle scelte sul mercato piloti da parte di Ducati. Il secondo candidato invece è Andrea Iannone, le cui quotazioni per il rinnovo con Suzuki però sono in netto rialzo grazie ai due podi ottenuti. 

Fonte immagine: motogp.com

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.