MOTO3 GP Repubblica Ceca: finalmente la prima per Di Giannantonio

Il romano dà la vittoria al team Gresini nonostante l’assenza di Martín. Bezzecchi sesto
Moto3 | GP Repubblica Ceca: finalmente la prima per Di Giannantonio
di 05 agosto 2018, 12:42

Questa volta non gliel’ha tolta nessuno. Fabio Di Giannantonio, dopo diverse delusioni tra cui la caduta al Sachsenring durante la lotta con Martín, è finalmente riuscito a ottenere il risultato che voleva, la gioia della prima vittoria. In puro stile Moto3 non è stato affatto facile, avendo dovuto lottare in un gruppo di testa che a un certo punto ha superato addirittura i venti piloti. Sul podio, dopo una lotta durissima con l’italiano, Aron Canet è ritornato sul podio dopo Assen conquistando il quarto secondo posto di quest’anno; Jakub Kornfeil, dopo un inizio fulminante, ha concluso sul podio davanti al pubblico di casa. Una buona giornata per tutto il team Redox grazie anche al sesto posto in rimonta di Marco Bezzecchi, tornato in testa al mondiale con tre punti di vantaggio.

LA CRONACA

Al via scatta molto bene Jakub Kornfeil, che dalla pole position compie un primo giro a gomme fredde da incorniciare guadagnando addirittura otto decimi sugli avversari, tra cui Rodrigo, Ramirez e Di Giannantonio. Bezzecchi guadagna solo due posizioni al via, mentre la fuga del suo compagno di team termina già al terzo giro quando Canet, dopo aver fatto il giro veloce, si mette all’inseguimento del ceco. Carambola di Toba in curva 4 ma il pilota, nonostante i soccorsi, sta bene.

Il #12 risale fino al nono posto alle spalle di Dennis Foggia, mentre al quinto giro Canet passa al comando. Kornfeil compie un paio di errori alla curva Schwantz che lo fanno scivolare intorno alla quinta piazza. I sorpassi sono tantissimi in un gruppone gremito e ci sono tanti cambi di traiettoria al limite del regolamento sui rettilinei. Contatto rischioso Di Giannantonio-Arenas alla curva 7, ma entrambi restano in piedi.

McPhee passa quindi al comando mentre il poleman Kornfeil scende addirittura in decima posizione. Davanti ci sono ben quattro KTM con Dennis Foggia che va addirittura davanti, superando la metà gara inseguito da Canet e Rodrigo; difficoltà invece per il team Leopard, con Dalla Porta e Bastianini ai margini della zona punti. All’ultima curva dell’undicesimo passaggio, dopo un altro contatto con Arenas, cade McPhee.

Della lotta tra Foggia e Di Giannantonio (col pilota Gresini che sembra il migliore nelle staccate) ne approfitta Kornfeil, che a sei giri dalla fine torna davanti a tutti di fronte al suo pubblico. Di Giannantonio gli risponde per le rime alla curva 8 infilandosi in maniera aggressiva, mentre Canet rimane terzo. Bezzecchi nel frattempo non si schioda dall’ottavo posto, prova a passare Foggia ma va lungo avvantaggiando Bastianini.

Gli ultimi giri sono al cardiopalma con otto piloti ad emergere dal gruppone: Di Giannantonio vuole rimanere costantemente davanti ma sul rettilineo di ritorno tra la curva 2 e la curva 3 viene più volte passato di scia da Kornfeil e Canet, mentre Bezzecchi si prende rischi molto grossi per passare Ramirez. All’ultimo giro, in curva 1, il ceco e il #21 iniziano appaiati il duello decisivo e alla curva 3 è Di Giannantonio a spuntarla inseguito da Canet. Bezzecchi riesce a mettersi sesto evitando di infilarsi nei guai tra Rodrigo e Bastianini, mentre davanti il connazionale resiste ottimamente nell’ultimo settore, andando a vincere con un decimo di vantaggio su Aron Canet. Bastianini termina quarto, alle spalle di Kornfeil e davanti a Rodrigo.

Nel mondiale l’assenza di Martín avvantaggia, come prevedibile, il pilota italiano della KTM Redox che passa al comando (nonostante non abbia sfruttato a dovere la situazione) con 133 punti, ma anche Di Giannantonio si avvicina alla testa della classifica con un distacco di 17 punti dal connazionale.

Qui i risultati e la classifica di campionato.

Fonte immagine: motogp.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.