MOTO3 GP Austria: Bezzecchi alla seconda stagionale, podio per Martín

Il pilota KTM Redox guida dal primo all’ultimo giro. Splendida rimonta di Bastianini, secondo
Moto3 | GP Austria: Bezzecchi alla seconda stagionale, podio per Martín
di 12 agosto 2018, 12:43

Marco Bezzecchi è diventato il secondo pilota in questa stagione di Moto3 a vincere più di un Gran Premio, dopo il suo avversario Jorge Martín. Dopo il successo nella seconda gara dell’anno in Argentina, Bezzecchi ha sfruttato al meglio la sua pole position e ha guidato la corsa dal primo all’ultimo giro, eccezion fatta per qualche centinaia di metri a tre giri dalla fine quando proprio Martín ha provato ad attaccarlo. Per il madrileno è arrivato un terzo posto più di platino che di bronzo, considerando le condizioni in cui ha dovuto correre, tra l’altro lottando per il successo dal primo all’ultimo giro. Lo spagnolo, tornato al parco chiuso, si è lasciato trasportare dalle emozioni nascondendo le lacrime sotto il casco.

Tra i due contendenti al titolo è giunto Enea Bastianini, autore di una splendida rimonta come a Brno dopo una partenza ben poco felice. Misto quindi di soddisfazione e delusione per la “Bestia”, con in mano forse la chance di vincere con uno scatto al via migliore. Quarto posto per Arenas e quinto per l’altro pilota Leopard, Dalla Porta, davanti a un deluso Masia che all’ultima curva ha ceduto ben tre posizioni per un contatto con Martín.

LA CRONACA

La partenza sorride al poleman Bezzecchi, che alla prima curva si ritrova in testa davanti ad Arenas e Martín. L’ex-leader del campionato capisce subito di dover stare addosso all’italiano e passa il connazionale alla Remus, seguiti da vicino da Rodrigo. Già nel primissimo giro il ritmo di Bezzecchi mette in difficoltà gli altri inseguitori con Arbolino, Canet e Ramirez che danno il via al secondo gruppetto.

Da dietro, uno dei volti da tenere d’occhio è Masia, che si mette quinto al terzo giro nella speranza di ricucire il gap dai primi. Non fa sconti a nessuno Martín per mantenere la posizione, con Arenas costretto all’esterno alla Rauch. Il giro successivo Rodrigo, già al gancio, fa un errore alla Voestalpine con la moto che si scompone pericolosamente facendo passare Masia. Martín, tornato secondo, mangia ogni giro tre decimi a Bezzecchi nel T3, che però con una KTM più veloce sul dritto riesce a difendersi.

Mentre dalle retrovie c’è l’ottima rimonta di Di Giannantonio, già ottavo davanti a Canet e Bastianini, il suo compagno di squadra aggancia nuovamente Bezzecchi, ma deve fare i conti con le due KTM alle sue spalle che lo attaccano ripetutamente; Arenas tenta un attacco rischioso alla cuva 1 e rischia di tamponare anche il leader della gara, ma alla fine va semplicemente lungo nella via di fuga.

La rimonta del vincitore di Brno lo riporta nei pressi di Dalla Porta e da lì inizia un'insensata lotta a tre con Bastianini che non fa altro che svantaggiarli sul gruppo di testa. Davanti Masia continua a lottare con Martín e Arenas per la seconda posizione, con Jorge che compie una grande manovra alla curva 10 per passare il #5, salvo essere superato sul rettilineo dalle due KTM. Caduta di Migno, intanto.

Martín, a costo di risorpassare Arenas, va sull’erba sintetica in curva 1, mentre davanti Bezzecchi prova una nuova fuga; il suo rivale ne avrebbe per stare con lui ma Masia rompe nuovamente le uova nel paniere facendogli perdere tempo, tanto che il #88 scuote la testa dal disappunto. Nel frattempo i due del team Leopard sono i più veloci in pista e arrivano a soli due secondi dal gruppo di testa.

A cinque giri dal termine Bezzecchi ha di nuovo Martín negli scarichi, che decide di rompere gli indugi alla Remus scavalcandolo in staccata. Bezzecchi però risponde in accelerazione sia in uscita dalla curva 3 che dalla curva 4 rimettendosi al comando e impedendogli di andare davanti. Le due Honda Leopard sono a soli sette decimi ora.

All’ultimo giro Bezzecchi ha un vantaggio di mezzo secondo sullo spagnolo del team Gresini, che invece non riesce a difendersi da Masia in curva 3. Dietro di loro Bastianini approfitta di un lungo di Arenas e passa quarto, ma non contento passa Martín proprio nel tratto misto a lui congeniale, completando il suo capolavoro alla curva 9 su Masia; Martín vede uno spiraglio alla curva 10 e, con una manovra alla Marc Márquez, infila il connazionale che è costretto ad andare lungo nella via di fuga, scendendo sesto. Di tutto questo non si preoccupa Bezzecchi, che va a vincere il suo secondo GP in carriera.

La doppietta italiana permette a Bezzecchi di ricostruirsi un leggero gap di vantaggio in termini di punti: +12 ora per lo “Scorpione” su uno stoico Martín, che tra due settimane a Silverstone potrebbe tornare ancor più in forma e minaccioso. Grazie al secondo posto odierno, Bastianini si avvicina alla coppia Di Giannantonio-Canet in lotta per il mondiale, seppur distanti rispettivamente 37 e 40 punti da Bezzecchi.

Qui i risultati della gara e la classifica.

Fonte immagine: motogp.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.