Moto3 | GP Argentina: Jaume Masia conquista la pole per la prima volta

MOTO3
GP Argentina: Jaume Masia conquista la pole per la prima volta

Nonostante l’infortunio al piede sinistro, lo spagnolo conquista la pole, ma in un turno molto scialbo di 30 Marzo 2019, 17:55

Il nuovo format di qualifiche della Moto3, copiato da quello della MotoGP, doveva servire a evitare la formazione di trenini, rallentamenti volontari e momenti d’attesa durante le qualifiche. Purtroppo, se già in Qatar le cose non erano andate al meglio, su una pista con un rettilineo così lungo come quella argentina c’è stato il peggio del peggio. Nella manche finale per decidere le prime diciotto caselle per quattro minuti interi nessun pilota ha deciso di scendere in pista, rendendo a dir poco straziante il turno di qualifiche della categoria.

In queste condizioni i pronostici che vedevano la Honda favorita sono stati stracciati, dando la pole position a una delle KTM presenti. E’ stata quella di Jaume Masia, alla sua prima pole in carriera, a ottenere il miglior tempo in 1:48.775, ben tre decimi più veloce della seconda moto in griglia, in questo caso la KTM del suo connazionale Aron Canet per il team Sterilgarda di Max Biaggi; il #44 ce l’ha fatta nonostante un lungo alla prima curva subito dopo aver siglato il giro buono. Completa la prima fila una delle due moto del team Snipers, quella guidata da Tony Arbolino.

La Q1 aveva visto il passaggio di quattro piloti tra cui proprio uno dei partenti in prima fila, Canet. Andrea Migno, anche lui in un turno ben poco entusiasmante, è stato bravo a prendere il primo slot disponibile col tempo di 1:49.496, che avrebbe poi migliorato nel Q2 di due decimi per agguantare la seconda fila e la sesta casella. Con lui e Canet sono passati anche Perez e Kornfeil, tutt’e quattro sulle RC 250 GP.

Seconda fila tricolore con Dalla Porta e Antonelli a far compagnia all’ex-pilota del team Sky VR46, ma per entrambi sarà da valutare il valore in gara, specie per l’alfiere del team SIC58. Non è andato bene come ci s’immaginava Romano Fenati, poco brillante nei suoi ultimi due giri veloci (nei quali ha subito anche un sorpasso alla curva 1 da Masia), che partirà settimo davanti al vincitore di Losail Kaito Toba e Ayumu Sasaki. I due del team Petronas, curiosamente, sono usciti dai box anche più tardi rispetto agli altri piloti, perdendo addirittura sei minuti di turno. Il secondo pilota del team malese, quel John McPhee che poteva anche essere uno dei candidati alla pole, scatterà 11° in mezzo agli spagnoli Fernandez e Ramirez.

Qui i risultati della Q2 e la griglia di partenza.

Fonte immagine: motogp.com

Condividi