MOTO3 GP Americas: Jorge Martìn vince la sua terza gara in carriera

Poker di italiani alle sue spalle. Completano il podio Bastianini e Bezzecchi, Di Giannantonio quinto
Moto3 | GP Americas: Jorge Martìn vince la sua terza gara in carriera
di 22 aprile 2018, 19:26

Per la seconda volta in tre gare Jorge Martín ha vinto in Moto3, aggiungendo così al suo palmares la gioia del successo ad Austin nel GP delle Americhe. Lo spagnolo del team Gresini ha ottenuto il successo nella prima gara "di gruppo" dell’anno, confrontandosi con ben tre italiani pur di ottenere i 25 punti. Dietro al nuovo leader del mondiale l’Italia può ampiamente sorridere, poiché sono ben quattro gli azzurri alle spalle del #88: Bastianini è giunto secondo rimediando in parte all’errore in Qatar, seguito da Marco Bezzecchi al suo secondo podio consecutivo nella classe leggera; il pilota del team KTM Redox ha battuto in volata Migno e Di Giannantonio, rimasto al comando per gran parte della gara prima di cedere le armi al compagno di squadra. Applausi anche per Dennis Foggia, che su una pista mai vista prima come il COTA ha anche comandato il Gran Premio per diverse tornate, prima di calare con le gomme e terminare 16°. Prestazione scialba invece per l’ex-leader di campionato Canet, solo ottavo al traguardo.

LA CRONACA

Alla partenza sotto un cielo terso e su asfalto asciutto, scattano molto bene le Honda del team Gresini che si piazzano in prima e seconda posizione con lo spagnolo davanti all’italiano, seguite da Canet e da un ottimo Foggia. Dietro, il primo tornante innesca una carambola che coinvolge cinque piloti: Masia, Norrodin, Toba e Ramirez, oltre al leader del warm-up Rodrigo. In curva 12, in fondo al lungo rettilineo, cade purtroppo anche Antonelli nelle retrovie.

Il primo giro si conclude e le due Honda di proprietà di Fausto Gresini cominciano una loro personale lotta: “Diggia” passa Martín al tornantino in salita e comincia a impostare il ritmo della gara. Le due moto della Casa dell’Ala Dorata paiono in grado di fare un piccolo strappo ma Foggia, passato terzo, non è dello stesso avviso, passando addirittura entrambi i piloti in fondo al lungo rettilineo. Bezzecchi nel frattempo risale in quinta piazza superando Suzuki.

Pochi giri e sono ben tre gli italiani davanti a tutti, grazie all’ottimo ritmo del vincitore dell’Argentina che gli permette di superare anche i due spagnoli davanti a sé. Purtroppo la leadership di Foggia dura poco, perché in poco tempo il pilota dello Sky Racing Team perde ritmo diventando facile preda dei due connazionali dietro. E’ sempre il #10 a perdere il posteriore all’uscita della Hayden Hill, perdendo il terzo posto a favore di Martìn. Nel frattempo caduta di Bulega al giro 6, nelle ultime posizioni.

La lotta per il secondo posto è parecchio intensa tra Bezzecchi e Martín, col #88 che riesce a passare l’avversario solo dopo qualche giro in staccata alla 12. Le due moto di Gresini tornano quindi a comandare, mentre Bezzecchi in curva 11 va lungo nel tentativo di riattaccare l’avversario spagnolo, perdendo anche la posizione su Bastianini (rientrato in gioco) e su Oettl. Foggia ora è solo settimo, davanti a Canet.

Bezzecchi, con la sua KTM, è molto veloce sul dritto e lo dimostra a 8 giri dal termine tornando al comando, ma Martìn non ci sta: dopo altri due passaggi il vincitore del Qatar spezza il ritmo del #12, potendo finalmente imporre il suo davanti a Di Giannantonio. A questo punto della gara Martín decide di fare lo strappo decisivo, mettendo sei decimi tra sé e gli avversari italiani, capitanati ora da Bastianini che si avvantaggia di un errore di Di Giannantonio alla curva 11. Alla “Bestia” non basta il giro più veloce per riagganciare lo spagnolo, che va così a vincere con un secondo di vantaggio sulla moto del team Leopard e davanti ad altri tre italiani; Di Giannantonio all’ultimo giro prova a rimediare all’errore precedente tentando l’ingresso su Bezzecchi all’ultima curva, ma paga con gli interessi la sua irruenza cedendo anche la quarta posizione ad Andrea Migno.

In campionato Martín torna al comando davanti a un deludente Canet, staccato di soli sette punti dal connazionale ispanico (55 a 48), seguiti da ben tre italiani nella generale con Bezzecchi, Di Giannantonio e Bastianini in coda al duo spagnolo, rispettivamente a 43, 37 e 33 punti. Il mondiale è ancora lungo, anche se fino a qui le premesse stanno dando ragione al favorito dell’anno.

Qui i risultati e la classifica completa.

Fonte immagine: motogp.com

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.