MOTO2 Romano Fenati a piedi: scaricato dal team Snipers e MV Agusta

Carriera finita per l'ascolano?
Moto2 | Romano Fenati a piedi: scaricato dal team Snipers e MV Agusta
di 10 settembre 2018, 13:24

Non potevano mancare le ripercussioni del giorno dopo sul caso Romano Fenati. La penalità di due gare inflitta dai commissari del GP di San Marino al pilota italiano dopo il gravissimo gesto nei confronti di Stefano Manzi è apparsa da subito troppo lieve.

Ci hanno pensato l'attuale team di Fenati, il Marinelli Snipers e chi ha (avrebbe) in essere un contratto con lui per la prossima stagione, l'MV Agusta, a prendere le dovute decisioni nei suoi confronti.

Il Marinelli Snipers team ha infatti rescisso con effetto immediato il contratto con il pilota, che quindi non correrà più per il resto della stagione. Questo il testo del comunicato.

"Ecco. Adesso possiamo comunicare che il Marinelli Snipers Team rescinde il contratto con il pilota Romano Fenati per il suo comportamento antisportivo, inqualificabile, pericoloso e dannoso per l’immagine di tutti. Con estremo rammarico, dobbiamo constatare che il suo gesto irresponsabile abbia messo in pericolo la vita di un altro pilota e non possa essere scusato in alcun modo. Il pilota, da questo momento, non parteciperà mai più ad una gara con il Marinelli Snipers Team. Il team, la Marinelli Cucine stessa, la Rivacold, tutti gli altri sponsor della squadra e tutto il gruppo di persone che lo ha sempre appoggiato, si scusano con tutti i tifosi del Motociclismo mondiale".

Il comunicato segue quello post gara, nel quale in qualche modo erano state lasciate aperte delle porte al pilota. Le reazioni del mondo del motorsport, evidentemente, hanno convinto il team a cambiare idea. Questo è infatti il testo pubblicato ieri:

"D’accordo. È imperdonabile. Un fallo da reazione grave, in mondovisione. Chiaro che, se è stato punito anche Manzi, un motivo ci sarà ma non è questa una giustificazione. Il team si dissocia da quanto espresso dal suo pilota Moto2 e si scusa con il mondo dello sport per il pessimo esempio, con gli sponsor per l’immagine data, con i tifosi tutti per la delusione. A chi ci chiede che decisioni prenderemo, rispondiamo che non si devono mai prendere a caldo per subirne le conseguenze dopo. Intanto prendiamo atto della squalifica, per due gare, del nostro rider. Noi l’abbiamo controfirmata immediatamente. Ringraziamo la Direzione gara per il tatto e la professionalità con la quale ha affrontato la situazione. Ringraziamo il team Forward per come ha collaborato con noi per spegnere l’incendio e riportare quanto prima la serenità. Ironia della sorte, il team Forward sarà la nuova squadra di Romano dell’anno prossimo e abbiamo tutti la voglia di cancellare questo episodio in fretta. Detto questo, il pilota deve capire lo sbaglio e ripartire da lì, per costruire una nuova immagine e poter tornare a gareggiare a testa alta nel mondiale".

In queste righe si menziona il team Forward, per il quale corre attualmente Manzi e che doveva essere la prossima destinazione di Fenati. Anche qui, però, le porte sembrano essersi chiuse definitivamente con Giovanni Castiglioni, presidente di MV Agusta (che fornirà le moto al team nel 2019), che ha scaricato via social il pilota ascolano con questo post su Instagram:

"Questa è stata la cosa peggiore e la più triste che abbia mai visto in una gara motociclistica. I veri sportivi non si comporterebbero mai in questo modo. Se fossi Dorna lo escluderei completamente dal mondo delle corse. Per quanto riguarda il contratto che lo pone come pilota MV Agusta Moto2, mi opporrò in ogni modo. Non accadrà perché non rispecchia i valori della nostra compagnia".

D'altronde le motivazioni dello stesso Fenati non avevano lasciato spazio ad interpretazioni: "È stato un gesto pericoloso ma vorrei che venisse visto in prospettiva". Quale?!

A fronte delle decisioni dell'attuale e del futuro team di Fenati, resta lo sconcerto per la decisione dei commissari del Gran Premio di San Marino. Due sole gare di sospensione sono un buffetto assurdo per un'azione del genere.

Dopo essere scaricato dal team VR46 due stagioni fa arriva, quindi, la seconda esclusione a campionato in corso per Fenati la cui carriera, a questo punto, pare essere ai titoli di coda a soli 22 anni.

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.