Moto2 | GP Qatar: prima pole position in carriera per Marcel Schrotter

MOTO2
GP Qatar: prima pole position in carriera per Marcel Schrotter

Prima fila con anche Vierge e Baldassarri, Marini cade ma è quarto. Luthi in terza fila di 09 Marzo 2019, 17:35

Per quanto sia stato costantemente tra i più veloci del weekend, la prima posizione al sabato di Marcel Schrotter si può annoverare come una sorpresa in questo inizio di Moto2. Si tratta della prima pole del tedesco nel Motomondiale, che rende felice il team Dynavolt dopo l’ottima annata 2018. A completare la giornata positiva del team dalla Germania è il risultato di Tom Luthi, settimo e anche in lui in una buona posizione da cui poter combattere per il podio. Prima fila completata da Xavi Vierge, ottimo al debutto col team Marc VDS, e Lorenzo Baldassarri, primo degli italiani e che potrebbe conquistare il successo perso lo scorso anno contro Bagnaia.

Dalla Q1 sono passati Marini, Bulega, Nagashima e Lecuona. Inizialmente, dovevano essere tre gli italiani qualificati con Di Giannantonio che si è piazzato come quarto ingresso per la Q2, ma a causa di un lungo oltre la linea bianca nel giro veloce fatto, il tempo del pilota Speed Up è stato cancellato, favorendo Lecuona (a sua volta appiedato dalla sua moto). Difficile la situazione di Tech3, con Bezzecchi e Öttl che partiranno in penultima fila. Fuori dalla Q2 anche Simone Corsi.

Il turno 2 è iniziato con la caduta di Martín nei primissimi minuti, nella solita insidiosa curva 2. Il team Sky Racing collabora anche in questo turno, con Marini a fare da traino a Bulega, e lo stesso fanno Álex Márquez e Vierge, che si porta al comando. Mentre i meccanici di Lecuona recuperano la moto dalla corsia di sicurezza cambiando le gomme e rifornendola, anche Luca Marini scivola alla 2, non potendo più migliorare il suo tempo. La sfida per la pole, a due minuti dallo scadere del tempo, si restringe quindi a un duello tra Sam Lowes e Marcel Schrotter, con quest’ultimo che si porta al comando; nel suo ultimo giro Lowes perde il posteriore nel tratto veloce, cosa che gli costa due decimi e anche la prima fila, mettendolo in sesta posizione.

Qui i risultati della sessione decisiva e la griglia di partenza della Moto2.

Fonte immagine: Twitter / Marcel Schrotter

Condividi