Moto2 | GP Olanda: pole position per Remy Gardner all’Assen TT

MOTO2
GP Olanda: pole position per Remy Gardner all’Assen TT

Prima partenza al palo del figlio d’arte, risposta della KTM con Brad Binder. Bene i due Marc VDS di 29 Giugno 2019, 16:11

Col tempo di 1:36.572 Remy Gardner si è aggiudicato la pole position del GP d’Olanda classe Moto2, pista su cui suo padre Wayne, negli anni d’oro della sua carriera, ha ottenuto vittorie e pole position, oltre ad avere debuttato nel 1983. Una bella soddisfazione per l’australiano, anche in risposta a chi l’ha criticato dopo l’incidente di Jerez e verso chi in lui ha visto solo un bello stile di guida e poco altro. La prima fila domani sarà occupata anche da Brad Binder, tornato nelle prime posizioni con una KTM rediviva, e da Xavi Vierge. E’ stata una giornata molto positiva per Álex Márquez e tutto il team Marc VDS, con lo spagnolo in seconda fila e molto più avanti rispetto ai suoi avversari in ottica iridata.

Doppio lavoro oggi per Lorenzo Baldassarri, che ha dovuto effettuare la Q1 dopo esser stato nelle retrovie nelle libere per passare alla sessione 2; primo posto per lui, seguito da Jorge Navarro e Sam Lowes. Dominique Aegerter ha tentato di portare la MV Agusta F2 alla Q2 per la prima volta, ma Nicolò Bulega ha avuto qualcosa da ridire strappandogli il quarto posto all’ultimo minuto.

Il "Balda" non ha sfruttato a dovere l’esperienza accumulata coi giri nella prima sessione, dato che è caduto alla Strubben durante il suo giro lanciato, e ci ha rimesso un po’ a far ripartire il motore Triumph; nello stesso punto Binder si è reso protagonista di un salvataggio da antologia, quando si è inserita la folle sulla sua KTM ma è riuscito comunque a rimanere in piedi.

In seconda fila partiranno, oltre Márquez, anche Sam Lowes e il primo degli italiani Fabio Di Giannantonio, anche davanti al suo compagno di squadra Jorge Navarro con la Speed Up #9. Thomas Lüthi, ottavo, deve sperare in una bella partenza per stare dietro al fratello di Marc.

Qui i risultati della sessione.

Fonte immagine: motogp.com


Condividi