Moto2 | GP Australia: sorprese nelle qualifiche, la pole è di Pasini

MOTO2
GP Australia: sorprese nelle qualifiche, la pole è di Pasini

Il pilota Italtrans è il più veloce nel sabato della classe di mezzo. Bagnaia e Oliveira nelle retrovie di 27 Ottobre 2018, 07:00

Rispetto alle previsioni, la classifica delle prove ufficiali riservate alla Moto2 è quanto di più strano si è visto in quest’anno di Motomondiale. In pole position domani mattina partirà Mattia Pasini che, grazie al crono di 1:33.368, si è aggiudicato la posizione migliore da cui partire per il Gran Premio. Al suo fianco le moto Dynavolt di Marcel Schrotter, protagonista di uno stint niente male e che potrebbe avere chance molto concrete di ottenere il suo primo successo iridato nel mondiale, e Xavi Vierge, battuto un’altra volta in qualifica dal tedesco. I due protagonisti assoluti dell’annata, in altre parole Francesco Bagnaia e Miguel Oliveira, hanno avuto un turno di prove molto sottotono e partiranno rispettivamente in 16a e 20a posizione.

Al contrario di quanto ci si aspettava anche questa volta il turno si è deciso nelle battute iniziali, tanto che Pasini negli ultimi minuti non è nemmeno sceso in pista per tentare un ultimo miglioramento. Questo ha mescolato ulteriormente le posizioni di partenza, perché in seconda fila avremo Aegerter sulla KTM di Kiefer Racing, Brad Binder (ostacolato nell’ultimo passaggio da Mir) e Quartararo. Tante le motivazioni per far bene per il francese, specie dopo la squalifica di Motegi.

Abbiamo assistito anche a tante cadute, fra tutte quelle di uno sfortunato Álex Márquez che a pochi minuti dalla bandiera verde, alla Lukey Heights, ha centrato in pieno la moto di Odendaal (che aveva rallentato improvvisamente a centro curva per un problema tecnico), cadendo e attraversando tutta la pista, fortunatamente senza conseguenze; lo spagnolo partirà nono. Caduti anche Manzi (portato via in barella) e Lecuona.

Qui i risultati della QP e la griglia di domani.

Fonte immagine: motogp.com

Condividi