Moto2 | GP Americhe: Schrotter in pole position al COTA

MOTO2
GP Americhe: Schrotter in pole position al COTA

Seconda pole dell’anno per il tedesco. Álex Márquez secondo, Baldassarri solo 15° di 14 Aprile 2019, 10:35

Dynavolt pare proprio sia diventato il team di riferimento del campionato di Moto2 2019. Dopo aver dominato con un uno-due la FP1 e la FP2, il team tedesco ha portato il suo pilota di punta, appunto di origini tedesche, a conquistare la pole position. E’ stato Marcel Schrotter, finora dominatore del weekend, a imporsi col tempo di 2:10.875: il tedesco sembra esser stato quello a risentire meno della cancellazione della FP3 per il maltempo, anche se c’è da dire che il suo vantaggio sul secondo è piuttosto risicato, di soli 58 millesimi.

Sarà Álex Márquez a piazzarsi sulla seconda casella dello schieramento. Il fratello di Marc sta ritrovando delle buone prestazioni, merito anche di una pista storicamente amica per la famiglia Márquez, ma l’imperativo nella gara di domani sarà quello di raggiungere il podio che ancora è mancato all’ex-campione della Moto3 in questo 2019. Conclude la prima fila un ex-poleman Moto2 del COTA, Sam Lowes sulla Kalex del team Gresini, con un distacco sui due decimi.

Durante la Q1 si è rivista prepotentemente la KTM, che ha occupato ben tre dei quattro posti disponibili per l’ingresso in Q2. Jorge Martín, Marco Bezzecchi e soprattutto Brad Binder sono riusciti, insieme alla sorpresa NTS con Bo Bendsneyder, a superare lo scoglio della sessione. In Q2 hanno brillato abbastanza dimostrando che la KTM non è ancora fuori dai giochi: quinto posto per Brad Binder, il compagno Martín al centro della terza fila proprio alle sue spalle e il nostro Bez a chiudere la quarta.

Brutta giornata di qualifiche per Lorenzo Baldassarri, solo 15° alla fine. Seppur questa sia una pista favorevole ai sorpassi, è anche un tracciato che favorisce le fughe, cosa che uno come Schrotter dalla pole potrebbe tentare approfittando del risultato del #7 in qualifica; il distacco rimediato dal leader del mondiale è di 1.7 secondi. Si segnala anche la brutta caduta in curva 9 di Remy Gardner, senza conseguenze se non per il risultato finale, visto che partirà 18°.

Qui i risultati della seconda sessione e la griglia di partenza.

Fonte immagine: Twitter / Marcel Schrotter

Condividi