Alessandro Secchi

SEVEN Milano F1 Festival, buona la prima

La F1 in centro a Milano ha colto nel segno. Tanta gente, ordine, spettacolo adeguato
Milano F1 Festival, buona la prima
di 30 agosto 2018, 01:13

È iniziato oggi e sarà aperto per quattro giorni il Milano F1 Festival, manifestazione voluta da Liberty Media per avvicinare gli appassionati al mondo della Formula 1 con una serie di eventi in zona Darsena, con il Naviglio a fare da sfondo agli stand, i DJ set e le varie esperienze da provare durante il weekend del GP d'Italia.

Essendo quella di oggi la giornata clou ho deciso di fare un salto per toccare con mano l'organizzazione dell'evento. Anche considerato che nel tardo pomeriggio, su un tracciato ricavato dalle strade che costeggiano la Darsena, i piloti di Ferrari e Sauber avrebbero poi girato con le loro monoposto, occasione sempre buona per vedere delle F1 dal vivo.

La Ferrari ha portato a Milano due monoposto 2018. Una è quella dell'immagine di copertina, in mostra sul palco principale in Piazza 24 Maggio. Con un'altra Raikkonen prima e Vettel poi hanno sfrecciato tra due ali di folla intorno alle ore 18.00. Suppongo si trattasse di due telai di inizio anno, dato che gli specchietti erano ancorati alla scocca e non all'Halo, come abbiamo visto da Barcellona. La Sauber, invece, ha girato con una C32 del 2013, monoposto ancora non ibrida che si è fatta discretamente sentire nei suoi passaggi tra il pubblico, al contrario della silenziosa Ferrari. Anche se in realtà una Ferrari spaventosamente rombante si è sentita: una FXXK Evo portata in "pista" da Giancarlo Fisichella.

Si sono alternati al volante rispettivamente Raikkonen, Ericsson, Vettel e Leclerc. Dall'altra parte rispetto a dove ero io Sebastianha pensato bene di replicare l'incidente di Hockenheim frantumando l'ala anteriore andando lungo... 

Si spera che il ragazzo abbia voluto esaurire qui il bonus in modo da girare tranquillo poi nel weekend. Scherzi a parte, pare stesse usando il volante di Kimi con settaggi diversi per la frizione, da qui dei tondi non perfetti e l'incidente di percorso.

Anche il "nostro" idolo Bernd Maylander si è fatto vedere a bordo della Safety Car, con diversi tondi a deliziare la gente in deroga alla sobrietà con la quale comanda il gruppo durante le corse. Infine, tante auto storiche che non sono, però, riuscito a vedere nel momento del loro passaggio.

Lungo la Darsena vera e propria sono stati allestiti degli stand mentre delle gigantografie dei piloti, con relativi dati statistici, accompagnano i visitatori durante il persorso. Toro Rosso (Gasly e Hartley hanno parlato insieme agli altri piloti dal palco principale, organizzato da Virgin Radio in collaborazione con Sky) ha in mostra la STR12 del 2017 e un altro piccolo stand dove si può girare su una scocca-simulatore con tanto di visore per la realtà aumentata.

Dalla parte opposta, invece, doppio stand Mercedes. In uno sono presenti la W08 di Hamilton del 2017 adattata al 2018 (quindi con l'Halo montato) e un'altra Safety Car. Nell'altro si svolge un concorso promosso dalla stessa Mercedes e basato su Gran Turismo Sport, dove si corre a Monza sempre con la W08. 

A parte la comprensibile calca durante il passaggio delle monoposto nel tracciato ho trovato l'organizzazione ottima nonostante le tantissime persone presenti. Bello vedere i bambini seduti sulle spalle dei genitori per vedere i piloti sfrecciare davanti a loro. Occasione solitamente molto più onerosa anche economicamente se si vuole andare in autodromo.

La speranza, ovviamente, è che l'evento venga replicato anche in futuro.

Segue qualche foto scattata durante la giornata.

Milano F1 Festival

Condividi

2 commenti

Prendi parte alla discussione
  1. geppe
    #1 geppe 31 agosto, 2018, 08:08

    Alessandro, a scrivere sei bravo, ma come fotografo sei proprio una pippa. 😀

    Reply this comment

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.