Manor: nessuna penalità per non aver disputato il GP d'Australia

Manor: nessuna penalità per non aver disputato il GP d'Australia

di 15 Marzo 2015, 18:30

La FIA ha confermato che la Manor non subirà alcuna penalità per non aver disputato il Gran Premio d'Australia. Will Stevens e Roberto Merhi non hanno potuto correre per un problema di software.

Secondo i commissari, la Manor non ha infranto il regolamento, anzi, i membri del team hanno fatto il possibile per correre a Melbourne: hanno portato più attrezzatura possibile e il giusto quantitativo di personale, ha prodotto tutti i documenti necessari, oltre all'aver completato le procedure per rendere le monoposto meccanicamente pronte per correre, sennonché si è manifestato il problema al software.
"I commissari hanno accettato la spiegazione del team, che afferma di aver utilizzato tutti i mezzi per fare in modo che le monoposto fossero in grado di competere; per questo motivo, i commissari non prenderanno ulteriori provvedimenti" hanno dichiarato i commissari in un comunicato.

Condividi