Lewis Hamilton vince il GP della Cina davanti a Rosberg e Vettel

di 12 aprile 2015, 10:00 Condividi
Lewis Hamilton vince il GP della Cina davanti a Rosberg e Vettel

Lewis Hamilton vince per la quarta volta il GP della Cina e consolida il suo vantaggio in classifica. Il pilota inglese con la Mercedes è perfetto per tutto il weekend. Primo in tutte le sessioni e primo in gara dall'inizio alla fine con anche il giro più veloce. Alle sue spalle il compagno Rosberg, che inizia a sentire il divario da un Hamilton inarrestabile, e Sebastian Vettel con la Ferrari, al terzo podio consecutivo. Ottimo Raikkonen quarto e vicino al compagno, a dimostrazione di una Ferrari in forma e seconda forza confermata.

La partenza di gara è lineare per le due Mercedes e Sebastian Vettel, che mantengono le proprie posizioni senza problemi. Ma è Kimi Raikkonen a farsi perdonare l'errore in qualifica di ieri scavalcando nelle prime tre curve le due Williams di Massa e Bottas. Grande freddezza del finlandese che risolve il problema all'origine e si mette alle spalle del compagno Sebastian Vettel.

Da qui inizia una gara basata tutta sulla tattica. Il caldo sceso su Shanghai fa pensare che la Mercedes possa soffire oltre misura il degrado delle gomme, ma questo non succede e la gara prosegue lineare, con Lewis Hamilton in prima posizione e in controllo mentre Nico Rosberg deve guardarsi negli specchietti dalla Ferrari di Vettel. Le Ferrari provano ad anticipare le soste per guadagnare terreno, ma non basta comunque per recuperare sui due là davanti. Le quattro vetture di testa seguono la stessa sequenza di soste e gomme, con due stint su morbide e l'ultimo su gomme medie. Le Mercedes alla fine riescono a mantenere il ritmo in testa mentre sul finire di gara Vettel subisce il ritorno di un ottimo Kimi Raikkonen.

Nelle retrovie grandissima corsa di Max Verstappen con tre sorpassi bellissimi sulle due Sauber e su Perez. Peccato per l'affidabilità della Toro Rosso che abbandona l'olandese a tre giri dal termine, con la Safety Car costretta ad entrare in pista. I commissari di pista non riescono a rimuovere in tempo la vettura piantata sul rettilineo d'arrivo e la gara termina in regime di SC, con le Mercedes in parata seguite dalle Ferrari e dalle Williams di Massa e Bottas.

Romain Grosjean è poco inquadrato ma giunge settimo con la Lotus, mentre il compagno Maldonado è protagonista di una gara disastrosa. Prima per colpa sua, con un lungo all'ingresso della pitlane e un testacoda in pista, poi per un'uscita causata dalla toccata di Jenson Button mentre i due erano in lotta. La corsa del venezuelano termina con un ritiro.

Nasr ed Ericsson portano le Sauber a punti con un ottavo e un decimo posto. Daniel Ricciardo, dopo una partenza disastrosa, torna a punti con il nono posto, ma la Red Bull è in difficoltà. Daniil Kvyat si ritira per un problema alla power unit.

Le Mclaren ancora indietro. Alonso dodicesimo e Button tredicesimo, seguiti solo dalla Toro Rosso di Sainz (problema tecnico per lui) e dalle inesistenti Manor di Stevens e Merhi.

Il risultato di gara:

gara-china

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.