Le 10 Pillole del GP di Spagna 2014

Le 10 Pillole del GP di Spagna 2014

di 13 Maggio 2014, 23:07

Si torna in Europa nella speranza che il dominio Mercedes si riduca e si parte da Barcellona sognando di tornare indietro di un anno.

La Mercedes vince game, set, match, universe, e manda tutti a casa, 3/4 dei quali con un giro di distacco. Si attendeva tanto il turbo nella speranza che la Red Bull tornasse un asinello, adesso si deve attendere un miracolo perchè la Mercedes la smetta di ridicolizzare tutti.

In tutto questo è ancora una volta Luigino Hamilton a piazzare la sua grigia davanti a tutti, primo dei quali un Leonardo Di Caprio Rosberg il cui mento inizia ad allungarsi spropositatamente.

Foto di copertina dedicata al nuovo giardiniere di Barcellona. Come ara lui i campi, non li ara nessuno.

Via alle Pillole:

1 - Lewis Hamilton: a fine gara fa quasi tenerezza nel parlare via radio come un ragazzino impaurito mentre l'uomo nero sta arrivando di gran corsa alle spalle. Poi, alla fine, la piazza lo stesso e quello impaurito di finirle tutte così è proprio il biondino..

2 - Sebastian Vettel: "deve dimostrare quanto vale con una macchina normale". Visti i commenti post GP, molti per macchina normale intendono una Marussia. Insomma, finchè non vincerà un titolo con la vettura più lenta del mondo non ci sarà pace.

3 - Kimi Raikkonen: a fine gara chiede incazzato (e Kimi incazzato è un po' come non so, Honda che corre) chi ha scelto il momento delle soste. Dall'altra parte dapprima lo mettono in attesa come in un call center per poi sbattergli la cornetta in faccia, come in un call center. Wait and see!

4 - Pastor Maldonado: da oggi in poi lo chiameremo ATTILA. Dove passa lui, non cresce più l'erba. Perchè la porta via personalmente girovagando fuori pista con la sua Lotus. Mentre il suo compagno la porta a punti. La differenza tra me e te.

5 - Felipe Massa: ma che combini? le temperature, le gomme, la globalizzazione, il buco dell'ozono. Insomma, vai via dalla Ferrari dicendo che non vuoi più fare il numero due e poi prendi gli schiaffoni da Bottas?!

6 - Valtteri Bottas: scemo scemo cacchio cacchio, il finnico dimostra che le buone prestazioni di inizio anno non sono proprio delle 'bottas' di culo (e scusate il francesismo estremo). Va a finire che è proprio buono il ragazzo.

7 - Nico Rosberg: lo mettiamo lontano da Hamilton perchè se scopre di essergli arrivato subito dietro anche nelle pillole ci va in psicanalisi. Gli manca sempre il giro in più, dice lui. Lo troveremo prima o poi su internet a cercare qualche buono sconto per aggiungerli al computo dei giri totali, per lui e per Luigino.

8 - Romain Grosjean: arrivare ottavo con una vettura che sterza a sinistra quando giri a destra e viceversa, e frena quando acceleri a viceversa, non dev'essere per niente facile. Basta che non inizi ad avere problemi di deambulazione nella vita di tutti i giorni..

9 - Daniel Ricciardo: lui lo mettiamo dietro Ditino Vettel perchè altrimenti si monta la testa. Certo è che, risata dietro risata, il cangurone 2 la vendetta sta dimostrando di essere anche un bel piedone. Chissà se Ditino riuscirà a mettergli l'apparecchio (ai denti) e rallentarlo.

10 - Fernando Alonso: i test post GP serviranno a mettere a punto una nuova arma: il KO Wireless 5.0. L'attuale versione ha un raggio d'azione di 4 chilometri sulla traiettoria della pista: il problema è che se le Mercedes stanno sempre un giro avanti..

Fuori Concorso - Bernd Maylander: abbiamo ricevuto una mail di lamentele dallo Staff del 10 volte Campione del Mondo di Safety Car per la mancata citazione nelle Pillole cinesi. Ci scusiamo pubblicamente per la tremenda dimenticanza e rinnoviamo la stima per l'unico uomo in pista che guida senza essere guidato dalla vettura.

MENZIONI SPECIALI

Il Presidente in pista: sarà una coincidenza ma ogni volta che il Presidente rosso si presenta in pista si rimediano schiaffoni clamorosi. Ok le pacche sulle spalle e le parole di incoraggiamento, ma se poi si va via con la piva...

La proposta di diminuire le libere al venerdì: per la serie 'le cagate pazzesche' ecco l'ennesima proposta dal top management della F1. Già che ci siamo, mettiamo i 22 davanti ad altrettante PlayStation e facciamoli giocare a GT6.

Newey alla Ferrari? aumentano le voci del passaggio del mago dell'aerodinamica (in un'era tutta incentrata sulla meccanica...) alla Ferrari. Ma come, non era il farabutto che vinceva grazie a furberie varie? Vai a capire..

Il ritardo delle Pillole: ci scusiamo anche per il ritardo delle Pillole, ma durante il weekend la schiena dello scrittore (cioè io) ha fatto come Maldonado: CRACK.

Prossimo appuntamento per le Pillole di Montecarlo.

E sempre #KeepFightingMichael

Condividi