ALTRI MOTORI La tragedia di Andreas Perez a Barcellona, pilota del CEV

Il ragazzo, quattordicenne e debuttante nel team Avintia CEV, non ce l’ha fatta dopo un incidente di gara di 11 giugno 2018, 19:45 Condividi
La tragedia di Andreas Perez a Barcellona, pilota del CEV

Premessa:

Non ci occupiamo solitamente del CEV nel nostro usuale seguito del motorsport, ma quando delle tragedie colpiscono il mondo a cui dedichiamo parte della nostra vita è giusto fermarsi per salutare un ragazzo che, soprattutto in giovanissima età, per questo mondo la vita l'ha persa. Crediamo sia giusto rendergli omaggio.

==

Andreas Perez, ragazzo di quattordici anni col sogno del motociclismo, è morto durante la giornata di ieri. Era un debuttante del campionato spagnolo velocità, nella classe leggera Moto3. Al Montmelò, luogo dove due anni fa è morto Luis Salom nelle libere della Moto2 del campionato mondiale, si stava svolgendo la seconda manche della Moto3 spagnola, quando il ragazzo ha perso il controllo della sua moto in curva 5.
A sopraggiungere dietro di lui il gruppo degli inseguitori, che non ha potuto fare assolutamente nulla per non travolgerlo ed evitare la tragedia.

Il ragazzo è stato prontamente portato all’ospedale di Sant Pau a Barcellona, ma da subito sono parse chiare le pessime condizioni dell’iberico, specie a livello cerebrale. Nelle successive ore, il cuore del ragazzo ha continuato a battere lasciando sperare che il giovane riuscisse a lottare tra la vita e la morte, ma il comunicato arrivato dal team ha confermato ciò che nessuno avrebbe voluto nel weekend.

“Abbiamo perso un grande pilota, ma soprattutto una grande persona e ci mancherà molto. La squadra e tutti i suoi sponsor vogliono trasmettere tutto il sostegno in tutto il mondo e un sacco d’incoraggiamento alla famiglia di Andreas in questi tempi difficili”. Queste le parole più toccanti del comunicato. Il tracciato di Barcellona è stato, suo malgrado, protagonista di ben tre incidenti mortali negli ultimi tre anni (oltre ai due già citati, anche quello di Enric Saurì durante la 24 Ore di Catalunya Motociclistica), e si sta pensando all’apertura di un’inchiesta sulla pista spagnola, dove la MotoGP correrà questa settimana tra l’altro.

Qui il comunicato ufficiale. Anche noi di P300 siamo vicini alla famiglia del ragazzo.

Fonte immagine: esponsorama.ad

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.