La logica di Fernando

di 08 giugno 2015, 21:30 Condividi
La logica di Fernando

Quando Fernando Alonso ha lasciato la Ferrari, all'improvviso l'opinione sul 2 volte campione del mondo da parte di tifosi e media italiani è cambiata. Se fino all'anno scorso lo spagnolo veniva considerato il pilota più forte in pista, e soprattutto il fuoriclasse che portava alla Ferrari risultati nonostante delle vetture non sempre competitive, ora con la crisi Mclaren e prestazioni deludenti, l'asturiano è diventato il bersaglio preferito da colpire.

E a colpirlo sono appunto tutti quelli che dal 2010 al 2014 ne hanno proclamato la santificazione (sbagliando), e che ora si scaldano sentendo diverse dichiarazioni di Alonso contro la Ferrari. La differenza? Che Alonso ha mantenuto la sua "logica" il suo atteggiamento, che purtroppo per lui (poi dipende dai punti di vista) ne ha contraddistinto la carriera in certe scelte e decisioni. Mentre ora chi twitta o spara a zero dimostra la propria incoerenza rispetto a quanto detto fino a pochi mesi fa.

Che Alonso non sia simpaticissimo è chiaro, ma non lo era nemmeno alla Ferrari quando ogni tipo di cosa gli veniva perdonata e ogni prestazione spesso e volentieri "ingigantita". Quindi dove sta l'errore? Per me le parole di Fernando nei confronti della Ferrari sono più che legittime, e se ci pensate assolutamente vere (chi può dire il contrario?). Chi deve "rivedere" un po' le cose, sono gli appassionati stessi, che ora ridono di lui, ma che durante gli anni scorsi "pregavano" e concedetemi la parola Alonso stesso. La logica di Fernando è sempre la stessa, coerente con il suo essere, la coerenza di altri invece no.

4 commenti

Prendi parte alla discussione
  1. Griforosso
    #1 Griforosso 10 luglio, 2015, 00:15

    Scusa Alessandro ma stavolta non sono d'accordo su parte di quanto scrivi. Un Pilota di F1 come Alonso, Hamilton, Vettel viene pagato decine di Milioni di Dollari non perché debba risultare Simpatico ma perché sappia fare al meglio il lavoro per cui è pagato. In primis deve saper guidare al limite la vettura che gli viene affidata. Secondo questo mio ragionamento, allora, o le vetture Ferrari guidate da Alonso erano dei "fusti" (intesi come bidoni) oppure Alonso era il Campione che è. Perché se è vero che il primo e più pesante confronto per un Pilota è il compagno di Team bisogna chiedersi se il secondo pilota, sia esso Massa o Raikkonen, a questo punto fosse una schiappa. Perché Alonso è sempre stato più veloce di loro salvo casi veramente eccezionali. Beh ancora si sta li a criticare Alonso per il carattere, come se Raikkonen invece abbia un carattere Meraviglioso. Per cortesia cerchiamo di essere obiettivi prima ancora di essere coerenti, perché poi la coerenza arriva da sola -o almeno dovrebbe-. Raikkonen non mi sembra sia stato criticato perché aveva poca, ma veramente poca, voglia di lavorare in particolare al simulatore. Alonso non è perfetto nemmeno come pilota, ma chi lo è o lo è stato? Hamilton? Senna? Prost? Vettel? O chi altro? E quali sono le colpe di Alonso di non essere stato sempre PERFETTO. E questo lo dico principalmente a quei Tifosi (parola a cui attribuisco un significato negativo) che Tu hai ricordato nel Tuo articolo. Il mio dissenso da quello che hai scritto è riferito soprattutto alla sottile sottostima nei confronti dell’Alonso/Ferrari che traspare dal testo. Che poi esistano personaggi che attribuiscano tutta o parte delle scarse prestazioni McLaren/Honda a Lui beh il mondo è popolato delle persone con le idee più “stravaganti”. Non nego che il Pilota possa e debba dare indicazioni su come dovrebbe essere la nuova vettura MA, Attenzione, non è Lui che la progetta e la costruisce. Se avessi Tu voglia e tempo di leggere i vari post che ho scritto troverai, spero, una certa coerenza di idee anche sulla Scuderia Ferrari che, pur io Ferrarista da 60 anni e passa, ho spesso Molto Criticato. Certo ho cercato di capire i perché di alcune debacle della Ferrari non sempre riuscendoci MA proprio perché Grande Fan della Ferrari (per il Suo Fondatore non certo per chi è venuto poi) sentivo il bisogno di criticarla con argomenti che a me sembravano “reali”. Una cosa, però, devo riconoscertela Alessandro, la Tua positiva insistenza nel cercare di far ragionare con la mente e non con lo stomaco, o peggio ancora col Tifo, i Tuoi Lettori. Cordiali saluti a tutti gli Appassionati e sempre VIVA FERRARI.

    P.S. – Scusami la prolissità ma stasera sembra proprio che non riesca a dire bene quello che ho in testa. Scusami ancora.

    Reply this comment
  2. dariok
    #2 dariok 8 giugno, 2015, 22:22

    non so quanto ciò sia vero, a me non è piaciuto mai l'asturiano, e quando Vettel gli "soffiò" il titolo nel 2010 per citare De Andrè "non ho provato dolore"

    Reply this comment

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.