INDYCAR Watkins Glen 2016 | Anteprima

di 02 settembre 2016, 09:00
Indycar | Watkins Glen 2016 | Anteprima

La stagione 2016 della Indycar Series volge verso le sue battute conclusive: il penultimo appuntamento del campionato si svolgerà sul circuito permanente di Watkins Glen, impianto storico nello stato di New York che in passato ha ospitato gare di Formula 1 e di Formula CART, oltre che di Indycar.

Il Gran Premio di Watkins Glen è subentrato all'appuntamento di Boston a stagione in corso dopo che a fine aprile gli organizzatori avevano comunicato la cancellazione della gara del Massachusetts a causa di problemi economici. Nel giro di due settimane Mark Miles, CEO della società proprietaria del campionato, ha trovato un accordo coi proprietari della pista per far disputare una gara sulla pista di Watkins Glen per il weekend del 4 settembre. L'alternativa era sostituire il Gran Premio di Boston con una gara a Gateway; quest'idea è stata prima accantonata e poi ripresa in ottica 2017, quando effettivamente la Indycar tornerà sull'ovale al confine tra Illinois e Missouri.

La situazione del campionato è oramai ben definita: a meno di colpi di scena clamorosi, la lotta per il titolo è ristretta a due soli piloti, entrambi schierati dal team di Roger Penske. Simon Pagenaud è al comando della classifica già da Phoenix e per lungo tempo è sembrato essere lanciatissimo alla conquista del suo primo titolo Indycar; verso metà stagione, tuttavia, c'è stato il ritorno al vertice di Will Power che grazie a 4 vittorie e 2 secondi posti è riuscito a ricucire il gap nei confronti del compagno di squadra.

La distanza tra i due ha raggiunto il minimo dopo Pocono, quando Power ha vinto mentre Pagenaud è finito contro il muro; i 20 punti di distacco dopo la gara della Pennsylvania sono poi ritornati a 28 dopo il recupero della 600 km del Texas, dove Pagenaud ha chiuso al quarto posto e Power all'ottavo.

Il più diretto inseguitore del duo di testa è, un po' a sorpresa, Tony Kanaan, salito al terzo posto nella classifica generale dopo il bel podio di Fort Worth; il suo distacco dalla vetta è di ben 113 punti, mentre i punti che potrà recuperare su Pagenaud sono solo 134, considerando che al francese basta prendere il via alle ultime gare per vedersi assegnati d'ufficio almeno i 24 punti (8 per il Glen, 16 per Sonoma) che spettano al 22° in classifica.

Alle spalle di Kanaan il campionato appare invece molto incerto: solo 82 punti separano il pilota brasiliano del team Ganassi da Sebastien Bourdais, che nella classifica generale occupa la 14ª posizione.

Si arriva al Glen dopo l'entusiasmante gara del Texas che ha vinto la prima vittoria stagionale di Graham Rahal che ha beffato sulla linea del traguardo James Hinchcliffe, autentico dominatore della porzione di gara corsa sabato scorso; solamente 8 millesimi hanno separato i due rivali sulla linea del traguardo.

Proprio nella giornata di ieri la Indycar ha comunicato di aver riscontrato un'irregolarità tecnica sulla vettura di Hinchcliffe: la sua monoposto aveva i domed skid troppo consumati rispetto a quanto previsto e per questo motivo gli sono stati affibbiati 25 punti di penalità in classifica generale. I domed skid sono delle placche in titanio poste sotto alla vettura il cui compito è quello di impedire che la vettura si ribalti in caso di incidente, come accaduto a vari piloti nel mese di maggio del 2015 ad Indianapolis. Questo provvedimento fa perdere una posizione in classifica generale al canadese che scivola così al nono posto alle spalle di Carlos Muñoz.

Per 20 anni, dal 1961 al 1980, il circuito di Watkins Glen è stato sede del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1; nella sua ultima edizione è stato anche teatro della meravigliosa cavalcata di Bruno Giacomelli al volante dell'Alfa Romeo, interrotta poco dopo metà gara dal cedimento di una bobina. Nel 1979 le monoposto della neonata serie CART arrivarono per la prima volta sulla pista dello stato di New York, dove rimasero fino al 1981. In tutte e tre le edizioni del Gran Premio di Watkins Glen disputate furono le monoposto del Team Penske a vincere; i primi due anni fu Bobby Unser ad aggiudicarsi il successo, mentre nel 1981 fu Rick Mears a tagliare per primo il traguardo.

Alla fine del 1981 la pista del Glen chiuse a causa di difficoltà finanziarie per riaprire solo nel luglio del 1984 con la sei ore disputata dai prototipi del campionato IMSA; due anni dopo anche la NASCAR Winston Cup Series approdò sullo stradale dello stato di New York e nel 1997 la International Speedway Corporation, società controllata proprio dalla NASCAR.

Per rivedere le monoposto delle serie americane a ruote scoperte sulla pista di Watkins Glen bisognerà aspettare il 2005, quando l'impianto entrò nel calendario della Indycar Series che proprio quell'anno per la prima volta si apriva alle gare su piste stradali e circuiti cittadini, abbandonando la filosofia all-oval che l'aveva accompagnata fin dal 1996.

Le prime tre edizioni vennero vinte da Scott Dixon, che tuttora è il recordman in termini di vittorie su questo tracciato; nel 2008 la vittoria andò a Ryan Hunter-Reay mentre nel 2009 Justin Wilson regalò al team di Dale Coyne la sua prima, storica vittoria in Indycar. Nel 2010 fu invece Will Power ad imporsi davanti al proprio compagno di squadra Ryan Briscoe in quella che fu l'ultima edizione del Gran Premio di Watkins Glen disputatasi fino ad oggi.

2016 Grand Prix at the Glen
Round 15/16
02-03-04 Settembre 2016

INFO CIRCUITO

Tipologia del circuito: Stradale
Lunghezza del circuito
: 3,37 mi (5,423 km)
Giri da percorrere: 60
Distanza totale: 202,200 mi (325,409 km)
Numero di curve: 15 (9 a destra, 6 a sinistra)
Senso di marcia: orario
Prima Gara: 1979
Sanctioning body: CART 1979-1981 IRL 2005-2010; INDYCAR 2016

RECORD

Miglior giro: 1:28.1322 - Ryan Briscoe - Team Penske - 2009
Distanza: 1h40:27.4391 - Will Power - Team Penske - 2010 (su 60 giri)
Vittorie pilota: 3 - Scott Dixon
Vittorie team: 4 - Team Penske
Pole pilota: 3 - Helio Castroneves
Pole team: 6 - Team Penske
Podi pilota: 4 - Scott Dixon
Podi team: 9 - Team Penske

ALBO D'ORO

WatkinsGlen

PROGRAMMA

Venerdì 02 Settembre
11:00-11:45 (17:00-17:45) Prove Libere 1
15:30-17:30 (21:30-23:30) Prove Libere 2

Sabato 03 Settembre
11:00-11:45 (17:00-17:45) Prove Libere 3
15:00-16:15 (21:00-22:15) Qualifiche

Domenica 04 Settembre
10:30-11:00 (16:30-17:00) Warm Up
14:37 (20:37) Gara - Diretta su Sky Sport Plus a partire dalle 20:35

Mappa del circuito dal sito ufficiale Indycar
Immagine di copertina da https://twitter.com/WGI

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook per commentare questo e gli altri nostri articoli


Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.