Indycar | Texas 600 2019: Herta il più veloce nelle FP2

INDYCAR
Texas 600 2019: Herta il più veloce nelle FP2

di 07 Giugno 2019, 22:23

Il secondo e ultimo turno di prove libere prima delle qualifiche per la 600 km del Texas si è concluso con il miglior tempo di Colton Herta, che grazie all'aiuto di una scia nel bel mezzo della sua simulazione di qualifica ha completato il suo giro più veloce in 23,3040 secondi alla considerevole media di 222,451 miglia orarie. Con questa prestazione, il rookie del team Harding-Steinbrenner ha preceduto di 1,5 miglia orarie Takuma Sato, che come ieri ha ottenuto il secondo tempo: il giapponese ha girato in 23,4598 secondi alla media di 220,974 mph, una prestazione che molto probabilmente sarà piuttosto vicina a quelle che si registreranno durante le qualifiche.

Per dare un'idea dell'effetto della scia presa da Herta, basta evidenziare che la velocità massima rilevata all'ingresso di curva 3 è stata di ben 226,9 mph; il secondo miglior riferimento, messo a segno da Scott Dixon, è stato di 224,1 mph, quasi tre miglia orarie in meno.

Terzo posto per Alexander Rossi a 220,734 miglia orarie di velocità media davanti a Will Power e Marcus Ericsson, che dopo il podio di Detroit prosegue nel migliore dei modi il suo periodo di transizione dalla F1 all'Indycar Series. Sesta posizione per Scott Dixon, che stando ai riferimenti ufficiali della Indycar è stato il più veloce nella speciale classifica riservata alle no-tow speed: in queste condizioni il neozelandese ha girato alla media di 219,492 mph, un risultato che l'avrebbe collocato al decimo posto nella classifica complessiva del turno.

Alle spalle di Dixon si sono classificati Rahal, Hunter-Reay, Newgarden e Bourdais: il pilota del Team Penske è risalito in classifica proprio nei minuti conclusivi delle prove, dopo essere rimasto nelle retrovie per buona parte del turno. Chi invece non è riuscito a rimontare è stato Felix Rosenqvist, 20° a fine turno alla media di 217,557 mph; lo svedese ha faticato molto durante l'intera ora e mezza di prove e solo nelle fasi finali è riuscito progressivamente a migliorare la sua velocità media, che era rimasta a lungo inchiodata sulle 212 miglia orarie.

Tra gli altri possibili protagonisti delle qualifiche di stanotte e della gara di domani, Pagenaud ha chiuso le prove col 13° tempo, Carpenter col 17° e Hinchcliffe col 18°.

L'appuntamento con le qualifiche è per le 00:30 di questa notte: il format è quello classico per le gare su ovale (esclusa la Indy 500), con la classifica decisa sulla base dei due giri consecutivi più veloci; ogni pilota avrà a disposizione un unico tentativo e l'ordine di entrata in pista verrà stabilito in base agli "entrant points", ovvero ai punti accumulati da ciascuna macchina.

Questi i tempi delle FP2

Immagine di copertina da https://twitter.com/FollowHSRacing

Condividi