Indycar | Schmidt-Peterson ingaggia Ericsson per il 2019

INDYCAR
Schmidt-Peterson ingaggia Ericsson per il 2019

Lo svedese, chiusa l'esperienza in F1, approda negli States di 30 Ottobre 2018, 22:45

Il team Schmidt-Peterson Motorsports ha svelato oggi i suoi piani per il futuro: con Robert Wickens ancora agli inizi del suo lungo periodo di convalescenza, il team di Sam Schmidt e Ric Peterson ha annunciato l'ingaggio di Marcus Ericsson per la stagione 2019 al fianco del confermato James Hinchcliffe.

Con l'arrivo di Kimi Raikkonen e la promozione di Antonio Giovinazzi a pilota titolare, nelle scorse settimane Ericsson era stato retrocesso al ruolo di terzo pilota presso il team Sauber di Formula 1. Lo svedese ha quindi deciso di cambiare lidi e di rimanere in pista affrontando una nuova avventura negli Stati Uniti da affiancare al suo ruolo "istituzionale" in Sauber. Ericsson arriva in Indycar dopo aver disputato 5 stagioni piene in Formula 1 e 97 Gran Premi (compresi quelli del Brasile e di Abu Dhabi che avranno luogo nelle prossime settimane) con Caterham e Sauber, ottenendo come miglior risultato un ottavo posto al GP d'Australia del 2015.

Con Ericsson sale a due il numero totale di piloti svedesi in pista: nelle scorse settimane, infatti, il team Chip Ganassi Racing aveva annunciato l'ingaggio di Felix Rosenqvist come compagno di squadra di Scott Dixon e pilota della monoposto #10. Era dal 2005 che un pilota svedese non correva a tempo pieno nelle competizioni open-wheel americane: l'ultimo era stato Bjorn Wirdheim che nel 2005 aveva disputato 11 gare su 13 per il team HVM Racing.

Nel comunicato con cui annuncia l'ingaggio di Ericsson, il team SPM ha annunciato che lo svedese guiderà la monoposto col numero 7; la #6, per il momento, rimarrà a disposizione di Robert Wickens per quando deciderà, se ne avrà la possibilità, di tornare a correre in Indycar.


Condividi