INDYCAR Josef Newgarden lascia il team Carpenter

di 29 settembre 2016, 18:30 Condividi
Indycar | Josef Newgarden lascia il team Carpenter

Josef Newgarden ha comunicato oggi al team Ed Carpenter Racing che nella prossima stagione correrà per un'altra squadra, e che quindi non sarà lui a guidare la monoposto #21 nel 2017.

Newgarden, che compirà 26 anni il prossimo 22 dicembre, è considerato uno dei giovani più promettenti nel panorama della Indycar e nel corso dell'ultimo campionato il suo nome è stato accostato a quello di tutti i top team: Penske, Ganassi, Andretti.

Nelle ultime settimane, in particolare, ha preso consistenza la voce che lo vedrebbe approdare proprio al team che ha vinto l'ultimo campionato in sostituzione di Juan Pablo Montoya, autore di una deludente stagione nel 2016 nonostante la vittoria a St.Petersburg dopo aver perso il titolo del 2015 nell'ultima gara di Sonoma. L'annuncio di oggi non fa altro che dare ulteriore credito all'idea che sarà proprio Newgarden a pilotare la vettura #2 nel 2017 al fianco di Simon Pagenaud, Will Power ed Helio Castroneves.

"Siamo dispiaciuti che Josef non ritornerà con noi, ma dopo tutte le voci delle ultime settimane questa notizia non è certo una sorpresa. Auguro il meglio a Josef per il suo futuro. Il mio obiettivo rimane garantire un costante successo al team ECR: in ottica 2017 siamo in una buona posizione e sono sicuro che come squadra riusciremo a fornire delle prestazioni di alto livello" ha detto Ed Carpenter.

Newgarden è approdato nel team di Carpenter nel 2015 dopo la fusione tra la squadra del pilota-team manager dell'Illinois e quella di Sarah Fisher, per la quale Newgarden correva dal 2012; l'americano è poi rimasto nella stessa squadra anche nel 2016 dopo l'uscita di scena della Fisher e di Wink Hartman, il suo socio in affari. In 83 gare Newgarden ha conquistato tre vittorie, tutte su tracciati molto diversi tra loro: il veloce stradale di Birmingham, in Alabama, il tortuoso cittadino di Toronto e il massacrante ovale corto di Newton, nell'Iowa, pista dove il pilota del Tennessee si è imposto di forza nella gara disputata lo scorso luglio.

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.