Indycar | GP St.Petersburg: Hunter-Reay il più veloce nelle libere del venerdì

INDYCAR
GP St.Petersburg: Hunter-Reay il più veloce nelle libere del venerdì

Secondo tempo per Pigot davanti ad Andretti di 08 Marzo 2019, 23:32

Il primo giorno di prove libere della Indycar 2019 si è concluso con il miglior tempo di Ryan Hunter-Reay, che ha completato le 1,8 miglia del circuito di St.Petersburg in 1:00.8969 durante la sessione pomeridiana di prove libere. Alle sue spalle, con un distacco di poco inferiore al decimo di secondo, si è piazzato Spencer Pigot, l'unico altro pilota ad essere sceso sotto al muro del minuto e 1 secondo.

Terzo tempo per Marco Andretti davanti al rookie Colton Herta, che conferma così le buone cose messe in mostra nel corso dei test di Austin. Max Chilton chiude la top-5 con un distacco di poco superiore ai 2 decimi rispetto ad Hunter-Reay. Sesto posto finale per Alexander Rossi che precede Hinchcliffe, Kimball e le due Penske di Newgarden e Power. Solamente 13° il campione in carica, Scott Dixon, ad oltre mezzo secondo dal riferimento messo a segno da Hunter-Reay.

Tutti i 24 piloti impegnati hanno registrato il proprio miglior tempo nel secondo turno di prove, quando la pista era molto più gommata e, a termini di regolamento, è stato possibile utilizzare le gomme più morbide per effettuare delle simulazioni di qualifica.

Al mattino il miglior tempo era stato ottenuto dal rookie Felix Rosenqvist, che con la Ganassi #10 aveva girato in 1:01.8215; alle sue spalle si era piazzato Ryan Hunter-Reay con un distacco di due decimi e mezzo, mentre il terzo tempo della mattinata era stato ottenuto dall'altro svedese, Marcus Ericsson, a sua volta al debutto con le Indycar. Quarto e quinto posto per i due principali sfidanti al titolo 2018, con Dixon che ha preceduto Rossi.

In generale la giornata ha messo in mostra il dominio dei motori Honda, che al mattino hanno monopolizzato le prime sei posizioni e che al pomeriggio hanno piazzato solamente due piloti tra i primi sette.

La giornata è trascorsa in modo tutto sommato tranquillo: Ben Hanley (al mattino) e Colton Herta (al pomeriggio) sono stati gli unici due piloti ad interrompere le prove con due uscite di pista, avvenute peraltro in entrambi i casi a pochi secondi dalla bandiera a scacchi; altri incidenti minori hanno visto come protagonisti Rahal, Dixon e Veach. Infine, va segnalata l'incomprensione tra Ben Hanley e Takuma Sato avvenuta durante le FP2 nel rettilineo che porta verso curva 4: il pilota inglese, dopo aver visto arrivare il rivale a gran velocità, ha deciso di spostarsi dalla traiettoria ideale sterzando verso destra, ma così facendo è finito con lo stringere a muro il nipponico che, a sua volta, aveva deciso di superarlo sulla destra; un grande spavento per entrambi, ma fortunatamente tutto si è concluso bene.

L'appuntamento con le FP3 del GP di St.Petersburg è per le 16:35 di domani; le qualifiche inizieranno invece quando in Italia saranno le 20:30.

Questi i tempi di oggi:

FP1

 

FP2

Immagine di copertina da https://www.instagram.com/indycar/

Condividi