INDYCAR GP Portland: Nuova pole position per Will Power

L'australiano ha preceduto Newgarden e Rossi. Dixon solo 11°
Indycar | GP Portland: Nuova pole position per Will Power
di 02 settembre 2018, 14:31

Le qualifiche per il Gran Premio di Portland ci hanno consegnato una griglia di partenza particolarmente interessante, che potenzialmente può dar modo a tutti e tre gli inseguitori di Scott Dixon in campionato di recuperare punti importanti in vista del gran finale di Sonoma. La pole position è andata ancora una volta al re delle qualifiche, Will Power, che questa sera partirà davanti a tutti per la 54ª volta in carriera, la quarta in questo campionato.

Il pilota australiano ha ottenuto il miglior tempo in tutte le fasi di qualifica facendo segnare il nuovo record della pista durante la Q1 in 57,2143 secondi alla media di 123,577 miglia orarie. La fase più importante delle qualifiche è però l'ultima e lì Power, pur non migliorando il suo riferimento cronometrico, ha dato una lezione di guida a tutti gli avversari conquistando la pole con 34 centesimi di vantaggio su Newgarden e 39 su Rossi, distacchi che se pesati su una pista che si percorre in meno di un minuto sono decisamente importanti. Tutti e tre, come detto, avranno l'opportunità di guadagnare punti importanti nei confronti di Scott Dixon, che ieri non è riuscito nemmeno a superare la Q2 e che stasera partirà solamente dall'11° posto.

Tornando ai piani alti della classifica, al quarto posto si è classificato un ottimo Sebastien Bourdais: il francese è stato grande protagonista in tutte le sessioni di libere ed è riuscito a piazzare in seconda fila la sua monoposto nonostante sia stato protagonista di un brutto incidente alla chicane 9-10 negli ultimi minuti del terzo turno di prove libere. In terza fila, a completare il gruppo dei piloti ammessi alla Fast Six, troviamo due monoposto del team Andretti con Ryan Hunter-Reay che ha preceduto un sempre più sorprendente Zach Veach; il rookie statunitense sta crescendo rapidamente gara dopo gara e già dal prossimo anno si candida ad essere tra i grandi protagonisti di questo campionato.

In quarta fila troviamo James Hinchcliffe ed Ed Jones, con quest'ultimo che è disperatamente alla ricerca di una buona prestazione in questi ultimi due Gran Premi visto che sono sempre più insistenti i rumours che lo vogliono fuori dal team Ganassi a vantaggio di Felix Rosenqvist; quinta fila per due figli d'arte, Andretti e Rahal, mentre dalla sesta partiranno il leader del campionato e Jordan King.

Per quanto riguarda i piloti nelle retrovie, dalla settima fila partiranno Jack Harvey (che torna a guidare per il team Shank in questo weekend) e Carlos Muñoz, sostituto dell'infortunato Wickens; per il colombiano è stata tutto sommato una buona qualifica visto che per lui si è trattato del primo impegno ufficiale in Indycar con una monoposto dotata del nuovo aerokit UAK18. Dietro a Muñoz troviamo un nutrito gruppetto di giovani composto da Chilton, Fittipaldi, Pigot, Ferrucci e Leist; al 20° posto troviamo invece il veterano Takuma Sato, che dopo il quinto tempo nelle FP3 non è stato in grado di ripetersi.

In undicesima fila troviamo Gabby Chaves e un deludente Simon Pagenaud che, inserito nello stesso gruppo dei suoi due compagni di squadra, ha pagato loro 5 e 9 decimi. La griglia di partenza sarà chiusa da Celis, Kanaan e Kimball.

Durante le prove non ci sono stati incidenti o interruzioni degne di nota. L'appuntamento con i 105 giri del GP di Portland è per questa sera alle ore 21.

Immagine di copertina da https://www.instagram.com/12willpower/

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.