INDYCAR GP Detroit: Rossi in pole position per gara-2

Qualifiche bagnate per il secondo appuntamento del weekend. Wickens il più veloce nell'altro gruppo
Indycar | GP Detroit: Rossi in pole position per gara-2
di 03 giugno 2018, 18:11

Se nella giornata di ieri prove e gara si erano svolte in condizioni meteo perfette, questa mattina la città di Detroit si è svegliata con un vero e proprio diluvio che ha inondato il circuito sull'isola di Belle Isle. Nonostante il meteo avverso, il programma della giornata è proseguito regolarmente con la discesa in pista dei due gruppi di piloti che hanno determinato la griglia di partenza per la gara di stasera. Alla fine il più veloce in assoluto è stato Alexander Rossi, che ha goduto del piccolo ma sostanzioso vantaggio di scendere in pista nel secondo gruppo, quando la pista era leggermente più asciutta.

Il pilota californiano, che ieri ha concluso gara-1 al terzo posto, ha girato in 1:33.3143 ad una media di poco superiore alle 90 miglia orarie di media. Al suo fianco partirà Robert Wickens, che era stato il più veloce nel primo gruppo e che ha pagato quasi 3 decimi di ritardo nei confronti di Rossi. Come stabilisce il regolamento per questa gara, entrambi i piloti guadagneranno un punto per aver fatto segnare il miglior tempo nel rispettivo gruppo di qualifica. Per Rossi si tratta della seconda pole position stagionale, la terza in carriera.

Dalla seconda fila partiranno Will Power e Ed Jones, col primo che ha pagato mezzo secondo e Rossi e col secondo a 3 decimi scarsi da Wickens; terza fila per il vincitore di gara-1, Scott Dixon, e per James Hinchcliffe. Buona quarta fila per Zach Veach e per Simon Pagenaud, con quest'ultimo che è alla ricerca di un risultato importante dopo una prestazione deludente nella gara di ieri; dalla quinta fila partiranno Graham Rahal e Ryan Hunter-Reay; quest'ultimo ha conquistato il secondo miglior tempo nel suo gruppo, ma gli è stato tolto il tempo più veloce da lui registrato per essere andato in testacoda ed aver provocato una bandiera gialla.

Come prevedibile in presenza di condizioni di pista bagnata, ci sono stati parecchi errori che hanno condizionato i risultati delle prove. Nei primi secondi cronometrati del primo gruppo Tony Kanaan è andato in testacoda, ha colpito il muretto e ha danneggiato il muso della sua monoposto, facendo poi spegnere il motore. I commissari sono dovuti intervenire per riaccendere la macchina e spostarla, pertanto è stato necessario esporre la bandiera rossa. A termini di regolamento, al brasiliano sono stati tolti i due migliori tempi (che però non era ancora riuscito a mettere a segno) ed inoltre è stato impedito di tornare in pista nel resto delle prove.

Una sorte analoga è toccata a Josef Newgarden, che invece è andato a muro in curva 11 durante gli ultimi minuti di qualifica riservati al secondo gruppo; l'interruzione si è verificata alla fine del turno e i commissari non sono riusciti a rimuovere la monoposto prima dello scadere del tempo. Sul campione Indycar in carica è poi calata la mannaia dei commissari: anche a lui sono stati tolti i due migliori tempi registrati, ma nel suo caso gli effetti della penalità sono stati piuttosto contenuti dato che il suo miglior tempo "effettivo" non gli avrebbe consentito comunque di partire oltre la nona fila; Newgarden prenderà il via dalla 19ª posizione.

La seconda gara del weekend di Detroit prenderà il via quando in Italia saranno le 21:50.

Questi i risultati delle prove

Gruppo 2

Gruppo 1

Riepilogo

  

Immagine di copertina da https://twitter.com/FollowAndretti

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.