INDYCAR Bourdais torna in pista a Gateway

Il francese brucia le tappe e anticipa il rientro di 24 agosto 2017, 07:08
Indycar | Bourdais torna in pista a Gateway

A 14 settimane di distanza dal terribile incidente occorsogli durante le qualifiche della 500 Miglia di Indianapolis, Sebastien Bourdais è pronto a fare il suo rientro in pista al Gateway Motorsports Park, in occasione della quindicesima gara stagionale della Indycar Series.

Il recupero del francese dalle fratture multiple al bacino e all'anca subite ad Indianapolis è stato perfino più rapido del previsto: già la settimana scorsa aveva ricevuto il via libera dai medici per tornare al volante, dopo il test a Mid-Ohio a inizio agosto, ma ciononostante aveva dichiarato che in questa ultima parte di stagione non avrebbe più corso su ovali, lasciando aperta la possibilità di un suo rientro a Watkins Glen o, al più tardi, a Sonoma. Tuttavia Bourdais è tornato sui suoi passi e si appresta a mettersi al volante della sua vettura già in questo fine settimana, in occasione dell'ultima gara stagionale su un anello.

Il ritorno di Bourdais, vincitore della prima gara stagionale col team di Dale Coyne, significa anche la fine (per il momento) dell'esperienza di Esteban Gutierrez in Indycar: il messicano non ha entusiasmato, dato che molto raramente si è trovato nelle parti più nobili della classifica, ma ha comunque svolto un lavoro concreto, con un solo incidente significativo (in qualifica a Toronto) e un solo ritiro (la scorsa settimana a Pocono, quando ha danneggiato una sospensione toccando il muro all'uscita di curva 3) in sette gare disputate. Il miglior risultato di Gutierrez resta il 13° posto in Iowa.

Sicuramente anche Ed Jones, l'altro pilota del team Coyne, beneficerà del ritorno in macchina di Bourdais: il rookie di Dubai ha disputato una prima parte di stagione molto interessante, ma dopo l'incidente del compagno di squadra è scivolato via via nell'ombra, come se avesse sofferto l'assenza di un pilota esperto che sapesse guidare il lavoro della squadra.

Sebastien Bourdais: "Non potete capire quanto io sia entusiasta di tornare in macchina in questo weekend e per il resto della stagione: sono state 14 settimane molto lunghe e ho lavorato sodo per arrivare a questo punto. Dopo l'incidente il mio obiettivo era quello di tornare in tempo per Sonoma e ora sono qui, pronto per  scendere in pista nelle ultime tre gare della stagione. Faccio fatica a crederci, ma non vedo l'ora di provare il nuovo asfalto di Gateway in questo weekend".

Dale Coyne: "È grandioso avere nuovamente Sebastien a disposizione, ma voglio ringraziare Esteban per il lavoro incredibile che ha fatto, sostituendolo in questi ultimi mesi. Per lui non è stato facile esordire senza aver mai guidato prima una Indy Car, ma è riuscito a fare un lavoro fantastico, specialmente sugli ovali. Per non aver mai guidato su un ovale prima di luglio, quando ha corso in Iowa, ha stupito molte persone, me compreso. Speriamo di poter lavorare ancora con lui in futuro".

Esteban Gutierrez: "Sono stati mesi interessanti per me, nei quali ho corso sui cittadini, sugli stradali, ma soprattutto sugli ovali della Indycar Series. Voglio ringraziare la squadra e Dale Coyne per avermi dato l'opportunità di fare questa esperienza in vista di un possibile impegno a tempo pieno in Indycar l'anno prossimo. Il mio obiettivo era imparare il più possibile per essere pronto per il 2018, quando verrà introdotta una nuova macchina. Quest'esperienza darà i suoi frutti nella prossima stagione".

Iscriviti al nostro Gruppo Facebook per commentare questo e gli altri nostri articoli


Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.