Indycar 2015, Long Beach, pole a Castroneves, malissimo Power

di 19 aprile 2015, 09:15 Condividi
Indycar 2015, Long Beach, pole a Castroneves, malissimo Power

Prima pole position stagionale per Helio Castroneves sul circuito di Long Beach: il pilota del Team Penske è stato il più veloce nell'ultimo, decisivo segmento delle qualifiche e, col tempo di 1:06.6294, ha fatto segnare il nuovo record del tracciato battendo il compagno di squadra Juan Pablo Montoya, leader provvisorio della classifica del campionato, staccandolo di appena 3 centesimi. Per il brasiliano si tratta della sua 46ª pole position nelle serie americane, la 38ª in Indycar e la seconda a Long Beach. Alle spalle dei due piloti Penske si sono piazzati Scott Dixon e Ryan Hunter-Reay, quarto ed unico pilota Honda in grado di inserirsi nella fast-six, che a loro volta hanno preceduto Simon Pagenaud, altro pilota del Team Penske, e Josef Newgarden.

La vera sorpresa, tuttavia, si è verificata durante il gruppo B della Q1, dove Will Power è stato clamorosamente eliminato a causa di una bandiera rossa uscita ad un minuto e mezzo dal termine delle prove, proprio mentre l'australiano stava per far segnare il suo miglior tempo: un testacoda di Stefano Coletti, con annessa toccata contro il muretto di protezione, ha obbligato il direttore di gara ad interrompere in anticipo quella porzione di prove; il tempo rimanente non è stato recuperato e Power, che con la sua squadra aveva scelto di aspettare gli ultimi minuti di prove per far segnare un tempo che l'avrebbe portato alla Q2, è rimasto così beffato. Tanta delusione per lui, che da probabile favorito sarà costretto a correre una gara tutta in rimonta per rimontare dalle retrovie.

Non ci sono state molte altre sorprese per quanto riguarda il resto del gruppo: il primo degli esclusi dalla Fast-Six è stato Tony Kanaan che ha preceduto Graham Rahal, Bourdais e Marco Andretti; 11° il rientrante Saavedra davanti a Carlos Muñoz, che chiude il gruppo di piloti entrati nella seconda fase delle qualifiche.

14° tempo finale per Luca Filippi alle spalle di James Hinchcliffe, il vincitore della pazza gara di New Orleans; anche per il pilota italiano del team CFH, così come per tutti gli altri protagonisti del gruppo B in Q1, è mancata la possibilità di far segnare gli ultimi due giri veloci a causa del testacoda di Coletti. Ottava fila per Kimball e Hawksworth davanti a Chaves e Power; decima fila per Jakes e Sato, undicesima per i due piloti di Dale Coyne, Conor Daly e Francesco Dracone. Chiude il gruppo Stefano Coletti, cui sono stati tolti i due migliori tempi per aver causato la bandiera rossa al termine della Q1.

Gli appuntamenti con la Indycar sono per stasera alle 19 con il warm up e per le 22:35 con il via della gara, che verrà trasmessa su Sky Sport Plus a partire dalle 22:30.

Questi i risultati delle qualifiche di ieri.

Indy03Q

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.