Indy 500 2015, Pagenaud il più veloce anche nel Fast Friday

Indy 500 2015, Pagenaud il più veloce anche nel Fast Friday

di 16 Maggio 2015, 10:45

Anche l'ultimo giorno di prove libere prima delle qualifiche della 500 Miglia di Indianapolis è andato in archivio. Il Fast Friday, termine con cui si denota appunto il venerdì precedente le qualifiche, ha visto il miglior tempo di Simon Pagenaud, che già era stato il più veloce giovedì, con un tempo di 39.0121 alla media di 230.698 miglia orarie. Nonostante i nuovi aerokit e motori più potenti, il guadagno in termini prestazionali rispetto alla passata stagione è stato minimo, pari ad appena 3 centesimi di secondo; ciò si spiega soprattutto con le avverse condizioni meteorologiche, con un gran caldo ed un forte vento che hanno inficiato pesantemente la prestazione delle vetture.

Al termine delle prove lo stesso Pagenaud ha dichiarato se le condizioni meteo miglioreranno, sarà possibile arrivare fino a 233 miglia orarie di media sul giro, a circa 4 miglia dal record assoluto di Arie Luyendyk segnato nel 1996.

Alle spalle del pilota francese si sono issate ancora una volta due vetture di Chip Ganassi, la #9 e la #10 di Scott Dixon e Tony Kanaan; per il neozelandese il distacco dal leader è stato di appena 7 millesimi di secondo, mentre Kanaan è rimasto un pò più staccato a 4 centesimi. Quarto e migliore tra i piloti Honda Marco Andretti, a 6 centesimi da Pagenaud; quinto tempo per il campione Indycar in carica, Will Power, che ha preceduto Sage Karam, velocissimo in tutte le sessioni di libere fin qui disputate. Gabby Chaves è stato il miglior rookie, settimo a poco più di un decimo da Pagenaud e primo tra quelli che non hanno superato le 230 miglia orarie di media, davanti a Castroneves, Sato e Montoya.

Tra le delusioni di questa settimana di prove libere c'è senza dubbio Ryan Hunter-Reay, vincitore ad Indy nella passata stagione: ha concluso il turno di ieri con la 16ª posizione finale a poco meno di tre centesimi da Pagenaud, ma quel che è più preoccupante è che, per sua stessa ammissione, finora non è riuscito a trovare un buon livello di grip durante queste prove.

Da oggi si inizierà a fare veramente sul serio: dopo due ulteriori ore di prove libere, dalle 8 alle 10, inizieranno finalmente le prove di qualificazione per la 500 Miglia di Indianapolis, che andranno avanti fino alle 17:50 (le 23:50 in Italia). Le prove di oggi non determineranno la griglia di partenza, ma spezzeranno semplicemente il gruppo in tre blocchi: i primi 9 domani si giocheranno la pole position, quelli dalla 10ª alla 30ª posizione si contenderanno le successive 7 file dello schieramento e gli ultimi, dal 31° in poi, si giocheranno in un unico tentativo tutte le loro chance di partecipare alla 500 Miglia. Dato che gli iscritti sono 34, uno in più del numero massimo di partenti, necessariamente uno di questi verrà escluso dalla gara.

Questi i tempi fatti segnare nel Fast Friday

Indy06FP5

Condividi