Indy 500 2015, Hinchcliffe fuori da terapia intensiva, Briscoe al suo posto a Indianapolis

Indy 500 2015, Hinchcliffe fuori da terapia intensiva, Briscoe al suo posto a Indianapolis

di 20 Maggio 2015, 22:00

Continuano ad arrivare buone notizie dal Methodist Hospital di Indianapolis, dove James Hinchcliffe è uscito poco più di un'ora fa dal reparto di terapia intensiva in cui era stato ricoverato nel pomeriggio di lunedì. I medici hanno potuto constatare dei significativi miglioramenti sul suo stato di salute e sono giunti alla conclusione che non saranno necessari ulteriori interventi, aggiungendo inoltre che ci si può attendere un pieno recupero da parte sua.

"Siamo felici dei suoi progressi e del fatto che le sue condizioni continuino a migliorare. A seguito di una consultazione con lo staff medico dell'IndyCar, ci aspettiamo un normale recupero da parte sua" ha detto il dottor Timothy Pohlman, il direttore del reparto di chirurgia dell'ospedale che ha operato in prima persona Hinchcliffe.

Nel frattempo, sul fronte prettamente agonistico, il team Sam Schmidt Motorsports ha annunciato che ad Indianapolis il posto di James Hinchcliffe verrà preso da Ryan Briscoe; per ora non è dato sapere se il pilota australiano lo sostituirà anche nelle altre gare della stagione oppure se invece, da Detroit in poi, sarà qualcun'altro a prendere in mano il volante della vettura #5.

Briscoe vanta 9 presenze alla 500 Miglia di Indianapolis, con due quinti posti come migliori risultati; a questi si aggiunge una pole position, conquistata nel 2012, quando correva per il team Penske. Come previsto dal regolamento, visto che il pilota che guiderà in corsa non è lo stesso che ha qualificato la vettura, Briscoe scatterà dall'ultima fila al fianco di James Davison, che a sua volta correrà sulla vettura qualificata da Tristan Vautier.

Altre due novità giungono sul fronte del calendario per la stagione 2016: la prima è che la città di Boston dovrebbe avanzare domani la propria candidatura per ospitare un Gran Premio nel weekend del Labor Day, che negli Stati Uniti cade ad inizio settembre. La pista si dovrebbe snodare lungo le strade del Seaport District e, a meno di improbabili espansioni del calendario verso gli ultimi mesi dell'anno, è possibile che la città del Massachusetts ospiti l'ultima gara in calendario nel weekend del 5 settembre 2016. Delle conferme in tal senso, come detto, dovrebbero arrivare già domani.

La seconda novità è che l'Indianapolis Motor Speedway ha annunciato oggi che la terza edizione del Gran Premio di Indianapolis si terrà sabato 14 maggio 2016; ciò significa che nel weekend del 21-22 maggio si terranno le qualifiche e la domenica successiva, il 29 maggio, sarà la volta della storica centesima edizione della 500 Miglia di Indianapolis.

Foto di copertina dal sito ufficiale IndyCar

Condividi