GP3 GP Spagna, Alesi vince Gara 2, poi Hubert e Hughes

Il francese guadagna la prima posizione al via e la mantiene fino alla fine nonostante tre Safety Car di 13 maggio 2018, 11:15 Condividi
GP3 | GP Spagna, Alesi vince Gara 2, poi Hubert e Hughes

È Giuliano Alesi il vincitore di Gara 2 del GP di Spagna per la GP3.

Il pilota francese della Trident, partito dalla seconda posizione per l'inversione della griglia dopo Gara 1, ha conquistato al via la testa della corsa non lasciandola più in una gara condizionata dall'asfalto bagnato, e, soprattutto tre Safety Car. La vettura di sicurezza ha infatti interrotto a più riprese lo svolgimento della gara nell'arco dei suoi 17 giri, costringendo Alesi a ricostruire ogni volta il vantaggio perso nelle tornate precedenti.

Alle spalle del francese giungono le ART di Hubert e Hughes, autori di buone rimonte dalle rispettive posizioni di partenza. Nono Pulcini, sfortunato Lorandi 16°.

CRONACA

Gomme rain per l’inizio di gara visto che durante la notte è piovuto e l’asfalto è ancora bagnato. A rischiare è Will Palmer dal fondo con le slick. Per l’inversione della griglia Correa è in prima fila con Giuliano Alesi, con Beckmann e Boccolacci in seconda fila. Le ART dominatrici di gara 1 sono in sesta, settima ed ottava posizione con Ilott, Hubert ed il vincitore Mazepin.

Il rischio di Will Palmer è già chiaro dal giro di formazione: la pista è ancora molto bagnata e su Barcellona c’è ancora della pioggia in arrivo.

Partenza pericolosissima con Alesi, Correa e Beckmann che si toccano contemporaneamente prima di curva 1. Il francese tiene la prima posizione. Beckmann va fuori in curva cinque mentre si difende da Pulcini, mentre è sensazionale il recupero di Hubert che è in seconda posizione al termine del primo giro.

Dietro Alesi e Hubert ci sono Correa, Hughes, Ilott, Piquet, Mazepin, Boccolacci, Lorandi, Aubry. Problemi per Pulcini che nel contatto con Beckmann ha rotto un supporto dell’ala anteriore e deve rallentare.

Al terzo giro arriva il botto di Pedro Piquet. Il brasiliano arriva in sovrasterzo in uscita di curva nove e perde la monoposto, che va a sbattere violentemente sulla destra. Nessuna conseguenza per il pilota e Safety Car in pista.

Si riparte all’inizio del settimo giro con la pista che nel frattempo si è parzialmente asciugata. A giovarne potrebbe essere proprio Will Palmer, partito con le slick ad inizio gara.

Alesi mantiene la prima posizione su Hubert, Correa e Hughes. Le monoposto iniziano a cercare l’acqua nelle zone meno bagnate, mentre nel secondo settore le pozze sono ancora ben visibili.

Bello il sorpasso di Lorandi su Mazepin, nel corso del nono giro, mentre all’inizio del 10° Hughes prende la terza posizione su Correa. Altra Safety Car all’undicesimo giro per rimuovere la monoposto di Aubry ferma nella ghiaia. Rientrano la Calderon e Beckmann a cambiare gomme per le slick.

Si torna in gara all’inizio del 13° giro con Alesi che mantiene ancora la prima posizione mentre dietro Lorandi rallenta per una foratura alla posteriore sinistra. Un giro solo e rientra ancora la SC perché Tatiana Calderon si insabbia con le slick in curva 5.

La Safety Car lascia le monoposto per un solo giro con Alesi che ancora una volta scappa via andando a vincere Gara 2 davanti alle ART di Hubert e Hughes. Seguono Correa, Boccolacci, Niko Kari, Ilott. Chiudono la top ten Laaksonen, Pulcini ed il vincitore di gara 1 Mazepin.

In classifica piloti, dopo due gare, comanda Hubert con 32 punti davanti a Mazepin con 25, Alesi con 23, Ilott con 17 e Pulcini con 16.

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.