GP3 GP Italia, Beckmann domina Gara 1 su Hubert ed Ilott

Indiavolato il tedesco che da Budapest sembra un altro pilota.
GP3 | GP Italia, Beckmann domina Gara 1 su Hubert ed Ilott
di 01 settembre 2018, 11:32

Quando cambiare team dà la svolta anche nella stessa categoria. David Beckmann si porta a casa anche Gara 1 del GP d'Italia della GP3 con una corsa dominata dall'inizio alla fine. Il pilota della Trident parte benissimo al via nonostante il tracciato ancora bagnato e scava un solco incolmabile per Anthoine Hubert, che giunge secondo con distacco a bordo della sua ART. Terza piazza per l'altra ART di Callum Ilott, che approfitta dei problemi di Leonardo Pulcini. L'italiano è comodo terzo quando un problema alla sua Campos lo rallenta facendolo sprofondare fuori dai punti.

Si parte con l’acqua che fa la sua parte. Quattro macchine perdono il punto di staccata e vanno lunghe in curva uno. A comandare il gruppo è sempre Beckmann che ha gestito bene dalla pole position. Dfficilissimo per tutti il primo giro tra lunghi, testacoda e staccate al limite.

Beckmann passa sul traguardo del primo giro con Hubert che sta passando Pulcini per la seconda posizione. Ilott è quarto davanti a Mazepin e Tatiana Calderon che va lunga in prima variante.

La direzione gara lascia il DRS disattivato viste le condizioni della pista. Beckmann porta a due secondi il vantaggio su Hubert e a 3.5 su Pulcini. Bene Mazepin che ha recuperato ben sette posizioni nei primi giri.

Pulcini deve difendersi da Mazepin ed Ilott tra quarto e quinto giro per conservare la terza posizione. Dopo Tatiana Calderon sesta ci sono Laaksonen, Alesi, Kari e Piquet. Il cielo è nerissimo sopra Monza nonostante qualche raggio di sole si faccia vivo vicino alla Roggia.

Aumenta il vantaggio di Beckmann su Hubert, fino a quasi quattro secondi all’inizio del settimo giro. Il tedesco è scatenato mentre il francese è comodo secondo davanti a tutti i suoi avversari per il titolo.

Dopo un terzo di gara Beckmann comanda su Hubert, Pulcini, Mazepin, Ilott, Laaksonen, Calderon, Alesi, Kari e Piquet. Itnanto si è formato un gruppetto di quattro piloti con Pulcini, Mazepin, Ilott e Laaksonen in lotta per la terza posizione.

Beckmann ancora pazzesco, con Hubert che sale a quasi 5 secondi di distacco. Il francese inizia a perdere terreno mentre il gruppone alle sue spalle si avvicina.

Undicesimo giro: Mazepin sbanda in uscita alla Roggia ed Ilott ne approfitta subito. I piloti iniziano a cercare il bagnato in pista per non far surriscaldare le gomme, con l’asfalto che in alcuni tratti inizia addirittura ad asciugarsi.

Il russo però non ci sta e si riaccoda al compagno mentre Alesi ha passato Tatiana Calderon all’inizio del dodicesimo giro. Per la Calderon un’altra posizione persa un giro dopo quando è Pedro Piquet a passare in prima variante.

All’inizio del 14° giro Beckmann comanda con 4.7 su Hubert, seguito da Pulcini. A 3.7 dall’italiano il gruppetto con Ilott, Mazepin e Laaksonen. Seguono poi Alesi, Piquet, Calderon seguita da Verschoor che all’Ascari passa insieme al compagno Kari.

Le gomme iniziano a non tenere più per tutti. Pulcini è ormai negli scarichi di Hubert mentre ormai si va disperatamente alla ricerca del bagnato in pista per non bruciare le coperture rain. Siamo al 16° giro con Mazepin che va lungo per l’ennesima volta alla Roggia e rientra in metto tra Ilott e Laaksonen.

17° giro: contatto tra Menchaca e Defrancesco con il primo tamponato in prima variante ed è costretto al ritiro. Viene attivata la Virtual Safety Car, che resta “in pista” fino al termine del giro successivo.

Beckmann comanda ancora con un comodo margine di cinque secondi su Hubert, mentre Pulcini con la VSC ha perso tempo ed ora è braccato da Ilott. Ci sono però problemi per l’italiano che sta perdendo parecchie posizioni con problemi al cambio. Peccato per lui.

Penultimo giro: Laaksonen stavolta ha lo spunto per passare Mazepin che va ancora una volta lungo in prima variante. In allungo verso la Roggia però il finlandese riesce a guadagnare la quarta posizione dietro a Beckmann, Hubert ed Ilott.

Finisce con il tedesco che vince davanti al francese ed all’inglese. Laaksonen è ottimo quarto davanti a Mazepin, Alesi, Piquet.

In classifica generale Hubert mantiene la leadership con 176 punti su Ilott con 147 e Mazepin con 135. Pulcini resta quarto a 99.

Segue il risultato di gara.

Immagine: Twitter/Beckmann

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.