GP3 GP Francia, Boccolacci vince Gara 1 su Hubert e Mazepin

Il pilota francese vince in casa davanti al connazioanale Hubert per una doppietta francese. Alesi 4°, Pulcini 6°, Lorandi 7°.
GP3 | GP Francia, Boccolacci vince Gara 1 su Hubert e Mazepin
di 23 giugno 2018, 12:32

Vittoria perentoria di Dorian Boccolacci in Gara 1 di GP3 per il Gran Premio di Francia. Il pilota di casa del team MP Motorsport vince dominando la gara dal via sul connazionale Hubert e Nikita Mazepin (entrambi su ART) con il brivido. Sulla griglia di partenza infatti la sua monoposto resta ferma all’inizio del giro di ricognizione, ma per fortuna Boccolacci riesce a ripartire senza essere costretto ad accodarsi in fondo al gruppo. Fuori dal podio Giuliano Alesi, terzo al via. In top ten Leonardo Pulcini, sesto, ed Alessio Lorandi, settimo.

Bellissima la battaglia a centro gruppo, che ha animato la seconda parte di gara, tra Joey Mawson, Jake Hughes e Callum Ilott.

CRONACA

All’avvio del giro di ricognizione il poleman Boccolacci rimane fermo in griglia, ma fortunatamente il francese riesce a partire prima che passi l’ultima vettura, potendo quindi ritornare in testa al gruppo.

Ottimo start da parte dei primi quattro che mantengono le posizioni mentre alle loro spalle diverse lotte animano il gruppo. Niko Kari passa Leonardo Pulcini per la quinta posizione a metà giro d’apertura.

Boccolacci scappa via mettendo tra sé e Hubert un secondo e mezzo, lo stesso distacco che Hubert infligge a Giuliano Alesi nelle prime due tornate. Il figlio d’arte comanda un gruppetto con Mazepin, Kari, Pulcini e Lorandi.

Il gruppo si anima durante il terzo giro con Mazepin che passa Alesi mentre Pulcini e Kari aprono una bellissima lotta all’inizio del quarto passaggio.

Nel frattempo Boccolacci allunga a 2.1 su Hubert durante il quinto passaggio, con Mazepin che segue il francese a 1.2 e che mette a sua volta 1.6 su Alesi. Niko Kari, liberatosi dal pressing di Pulcini, si rifà vivo alle spalle del pilota della Trident.

La direzione gara comunica che il DRS non potrà essere usato a partire dal settimo giro e per il resto della corsa.

Dopo otto giri la situazione vede Boccolacci comandare con 2 secondi su Hubert, 3.3 su Mazepin, 4.9 su Alesi, 5.6 su Kari. Seguono Pulcini, Lorandi, Piquet, Mawson e Hughes a completare la top ten.

I distacchi si dilatano leggermente e l’unica lotta interessante nelle prime posizioni è proprio quella tra Alesi e Kari, che segue come un’ombra il francese. Dietro di loro è da seguire anche il duo Mawson – Hughes in lotta per la nona posizione. L’inglese cerca di avvicinarsi nel misto sull’australiano ma non riesce a trovare lo spunto per passare sul dritto. Al duo, all’inizio del 12° giro, si aggiunge anche l’altra ART di Callum Ilott.

Al 14° giro è proprio Ilott a sorprendere Hughes all’esterno della Chicane Nord, resistendo benissimo poi a Signes dove il compagno prova a ripassare addirittura all’esterno. Di tutto questo si avvantaggia Mawson che può momentaneamente respirare mentre i due della ART sono in battaglia tra loro.

Passano però solo due giri prima che alle spalle dell’australiano si presenti la ART di Ilott, sostituitosi al compagno alla ricerca della nona posizione. Questa volta il tentativo arriva all’esterno di Signes ma senza successo, con l’inglese che si deve accodare mentre alle spalle torna alla carica Hughes, seguito da Tatiana Calderon e Correa.

Il penultimo giro è al cardiopalma con Ilott attaccato a Mawson che tenta di passare ovunque mentre alle spalle Correa colpisce la compagna di team Calderon mandandola in testacoda.

L’ultimo giro vede Dorian Boccolacci vincere con Hubert a soli sei decimi dopo un buon recupero negli ultimi giri. Mazepin va sul podio seguito da Giuliano Alesi, Niko Kari e dalla coppia italiana Pulcini – Lorandi. Pedro Piquet è ottavo davanti ad un eroico Joey Mawson che resiste fino alla fine a Callum Ilott. Dietro, all’ultima curva protagonista ancora Juan Manuel Correa che spinge via Jake Hughes guadagnando l’undicesima posizione.

In classifica Hubert comanda con 52 punti su Boccolacci con 42, Mazepin con 40 ed Alesi con 35.

Immagine: Twitter/Dorian Boccolacci

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.