GP3 GP d'Austria: Ilott domina Gara 1 davanti a Pulcini e Lorandi

Il pilota FDA comanda dallo start. Bella gara degli italiani che completano il podio di 30 giugno 2018, 11:12 Condividi
GP3 | GP d'Austria: Ilott domina Gara 1 davanti a Pulcini e Lorandi

Callum Ilott ha vinto Gara 1 di GP3 del Gran Premio d’Austria. Il pilota britannico della FDA ha condotto la gara dall’inizio alla fine senza alcun tentennamento, portando la sua ART alla seconda vittoria di fila dopo quella di Gara 2 a Le Castellet.

C’è tanta Italia sul podio perché la seconda e la terza posizione sono tutte nostrane. Leonardo Pulcini è infatti secondo davanti ad Alessio Lorandi. I due, partiti dalla seconda fila, hanno condotto un’ottima gara chiudendo così alle spalle del vincitore.

CRONACA

Partenza ottima di Alessio Lorandi che riesce ad inserirsi tra le due ART di Ilott e Hughes. Dietro Mazepin viene toccato in curva 1 dalla Trident di Piquet e va largo. Un problema ferma la Arden di Mawson, che resta fermo alla fine del rettilineo iniziale e chiama l’ingresso della Safety Car. Mentre Pulcini ha superato Hughes, Lorandi viene informato erroneamente di percorrere la pitlane invece che il tracciato e finisce in coda al gruppo. Al giro successivo gli viene permesso di riprendere la seconda posizione.

Alla ripartenza, all’inizio del quarto giro, è battaglia tra i due italiani con Pulcini che tenta di passare Lorandi all’esterno di curva tre. Lorandi mantiene la posizione e deve difendere anche nel resto del giro. Dietro, Anthoine Hubert ha già recuperato fino all’undicesima posizione.

All’inizio del sesto giro Ilott comanda con un secondo e sei decimi su Lorandi, seguito da Pulcini, Hughes, Piquet, Tveter correa ed Alesi. Viene abilitato il DRS in questo giro, con sei utilizzi a disposizione per ogni pilota. Intanto Pulcini è investigato per il possibile sorpasso di Hughes in regime di Safety Car.

Nel frattempo proprio Pulcini ha superato grazie al DRS Lorandi, portandosi in seconda posizione. Dietro, Hubert ora è decimo.

Lorandi perde un’altra posizione e scende in quarta quando Hughes lo passa magistralmente all’esterno tra curva 4 e 5.

Il distacco di Pulcini da Ilott resta invariato sul secondo e sei decimi durante l’undicesimo giro, mentre dietro continua la lotta tra Hughes, Lorandi e Piquet. Seguono Tveter, Correa, Alesi, Beckmann e Hubert.

Piquet tenta di passare Lorandi all’esterno di curva tre nel corso del 13° giro ma va lungo e deve cedere nuovamente la posizione. Dietro, invece Correa spinge sull’erba il compagno Beckmann per non farsi passare prima di curva 4.

14° giro: stavolta è Lorandi che passa Hughes riportandosi in terza posizione, ma dietro infuria ancora la lotta tra Beckmann e Correa. Il tedesco colpisce l’americano in curva tre e nella lotta si aggiunge anche Hubert. Il pilota della ART colpisce con l’ala anteriore la posteriore destra di Correa che si buca e costringe l’americano al ritorno ai box.

15° giro: altro scontro alla fine del giro con Hubert e Mazepin che vengono a contatto alla penultima curva. Sta succedendo di tutto: il capoclassifica rientra ai box.

Il DRS dà una mano a Piquet all’inizio del 18° giro per passare Hughes per la quarta posizione. Davanti, Ilott comanda ancora con 2.6 su Pulcini (nessuna sanzione per lui per il sorpasso a Hughes) e Lorandi.

Bella la lotta per l’ottava posizione tra Laaksonen e Beckmann, con il finlandese che riesce a passare grazie al DRS nel corso del 20° giro. Il giro dopo tocca però al tedesco restituire il favore riportandosi davanti per la posizione che porta alla pole per Gara 2.

Si arriva all’ultimo giro con Lorandi che deve difendersi dal ritorno di Piquet per salvare la terza posizione e Alesi in lotta con Tveter per la sesta posizione. Il francese riesce a superare il compagno mentre davanti Ilott vince per la seconda volta di fila davanti a Pulcini e Lorandi, che completano il podio. Piquet è quarto davanti a Hughes, Alesi, Tveter, Beckmann. Laaksonen e Boccolacci completano la top ten. Hubert conclude 17°.

In classifica generale Ilott va al comando con 65 punti su Hubert con 63. Al terzo posto sale Alesi con 50 davanti a Mazepin e Pulcini con 49.

Segue la classifica di gara. 

Immagine di copertina da Twitter/Ilott

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.