GP3 GP Austria, Hughes vince Gara 2 su Pedro Piquet e Pulcini

Gara segnata dallo scontro iniziale tra i primi tre al via, tra cui Alesi
GP3 | GP Austria, Hughes vince Gara 2 su Pedro Piquet e Pulcini
di 01 luglio 2018, 10:23

Jake Hughes (ART Grand Prix) ha vinto Gara 2 di GP3 del Gran Premio d’Austria davanti a Pedro Piquet (Trident) ed al nostro Leonardo Pulcini (Campos) che va a podio per la seconda volta in due giorni.

Ottimo quarto anche Alessio Lorandi. La gara si decide in gran parte in partenza, con uno scontro alla prima frenata tra i primi tre della griglia invertita, tra cui Giuliano Alesi.

CRONACA

Per effetto della griglia invertita è David Beckmann in pole davanti a Ryan Tveter (Trident) Giuliano Alesi (Trident) e Jake Hughes.

Incredibile in partenza! Le Trident di Alesi e Tweter mettono tra di loro la Jenzer di Beckmann e ne viene fuori un sandwich alla Singapore dal quale escono tutti e tre ritirati. Ne approfittano Hughes e Piquet che combattono per la prima posizione con l’inglese che prevale. Viene chiamata la VSC per permettere ai commissari di pulire la pista.

Si torna in azione all’inizio del terzo dei 18 giri previsti con Hughes che cerca di scappare mentre Piquet è insidiato dal nostro Leonardo Pulcini. C’è però un altro problema con Gabruel Aubry insabbiato alla frenata di curva 4. Brutta scena al giro dopo con il trattore impegnato a recuperare la Arden con le monoposto in arrivo in piena velocità.

All’inizio del quinto giro la situazione vede Hughes al comando su Piquet, Pulcini, Ilott, Boccolacci, Kari, Mazepin, Lorandi. Ilott tenta il sorpasso su Pulcini in curva tre ma viene sopravanzato nuovamente dall’italiano.

Il terzetto di testa composto da Hughes, Piquet e Pulcini si ricompone all’inizio dell’ottavo giro con la lotta che inizia subito. Piquet ci prova su Hughes ma deve desistere e difendersi poi dall’italiano.

Il tempo perso dai primi tre permette anche ad Ilott di avvicinarsi, ma in testa è Pedro Piquet che riesce finalmente a guadagnare la prima posizione durante il nono giro. Passano un paio di giri e Hughes grazie al DRS restituisce il favore riportandosi in prima posizione.

Altro momento caldo con Lorandi, Mazepin e Kari in lotta per la sesta posizione con l’italiano che la spunta durante il 12° giro. Una tornata dopo tocca ad Ilott e Pulcini dare spettacolo per la terza posizione, con l’italiano che si riprende subito la posizione dopo averla persa in curva tre.

A quattro giri dal termine abbiamo Hughes davanti a Piquet, Pulcini, Ilott, Boccolacci, Lorandi, Mazepin, Kari, Hubert e Calderon. Le prime posizioni sembrerebbero ormai consolidate anche perché sono finiti gli usi di DRS a disposizione dei piloti tranne per Dorian Boccolacci che dalla quinta posizione si lancia su Ilott e lo passa durante il penultimo giro. Ma non è finita, perché Boccolacci in un giro riprende Leonardo Pulcini e tenta il sorpasso anche su di lui durante l’ultimo giro. L’azione non va a buon fine e alla fine perde la posizione da Alessio Lorandi, che sfrutta il momento per passare sia lui che Callum Ilott.

Hughes vince quindi davanti a Piquet e Pulcini. Lorandi quarto davanti a Boccolacci, Ilott, Mazepin, Kari, Hubert e Mawson.

In classifica generale comanda Ilott con 69 punti su Hubert con 63, Pulcini con 61, Mazepin con 51 ed Alesi con 50. Piquet sale al sesto posto con 46 davanti a Lorandi con 41.

Segue la classifica di gara.

Immagine da Twitter/Jake Hughes

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.