GP2 Series, anteprima 2014: in cerca del rilancio

GP2 Series, anteprima 2014: in cerca del rilancio

di 02 Aprile 2014, 16:06

La stagione 2013 della serie cadetta non è certo passata alla storia come la più ricca di campioni da quando, nel 2005, questa prese il posto della Formula 3000 internazionale. Il vincitore, Fabio Leimer, non ha trovato un posto in Formula 1, così come il suo vice, Sam Bird: entrambi saranno al via del Mondiale Endurance, lo svizzero con la Lola Rebellion LMP1, il britannico con una Ferrari della AF Corse. Il patron Bernie Ecclestone, considerata l’esponenziale crescita della rivale storica della GP2, ossia la World Series by Renault, ha spinto per portare i piloti più talentuosi già in forza alle squadre di Formula 1 (come terzi piloti o semplici test drivers) nel campionato che accompagna la classe regina delle monoposto.

Ecco, dunque, che ai nastri di partenza della decima stagione della GP2 Series avremo piloti del calibro di Raffaele Marciello (pilota del Ferrari Driver Academy) e Stoffel Vandoorne (vice-campione in carica della WSR e pilota junior della McLaren). Il primo sarà in forza alla Racing Engineering campionessa in carica con Leimer, il secondo verrà schierato dalla ART Grand Prix, nuovo team satellite della Honda che dal 2015 equipaggerà proprio la scuderia McLaren di cui il belga è parte. La partnership ART-Honda ha portato in Europa anche Takuya Izawa, pilota nipponico sotto contratto proprio con la Casa giapponese per la quale ha gareggiato anche nel WTCC, in occasione del round di Suzuka, nel 2013.

Dal canto suo, la Russian Time, vincitrice nel 2013 della classifica team al debutto nella categoria, ha ingaggiato il giovanissimo talento neozelandese Mitch Evans, proveniente dalla Arden. La scuderia però non sta passando un buon momento economico, dopo l’improvvisa scomparsa del patron Igor Mazepa, dunque al fianco di Evans gareggerà il russo Artem Markelov, che dalla Russia porterà in dote qualche sponsor.

Il grande deluso della stagione scorsa, Stefano Coletti, affiancherà proprio Marciello alla Racing Engineering: il monegasco, autentico mattatore dei primi quattro round, è letteralmente scomparso per il resto della stagione, nel quale ha racimolato appena quindici punti in quattordici gare. Il 2014 dovrà rappresentare forzatamente il riscatto, per non scivolare nell’oblio.

Il team Carlin ha invece confermato Felipe Nasr, distintosi per grande velocità e regolarità di piazzamenti ma scarsa predisposizione alla vittoria. Il brasiliano, con un anno di esperienza in più, sarà indubbiamente tra i protagonisti per la conquista del titolo. Al suo fianco, la compagine inglese porterà in gara anche il colombiano Julián Leal, prelevato dalla Racing Engineering.

Anche DAMS conferma uno dei suoi piloti: tra le sue fila infatti avremo ancora Stéphane Richelmi, mentre Marcus Ericsson (salito in Formula 1 sulla Caterham) verrà rimpiazzato con Jolyon Palmer, in uscita dalla Carlin.

Tra i rinnovi contrattuali, Alexander Rossi gareggerà per Caterham (di cui è test driver); lo svizzero Simon Trummer rimarrà con l’italiana Rapax e Daniël de Jong proseguirà con il team di famiglia, la MP Motorsport.

Ecco invece le altre novità sul fronte dei piloti: Hilmer Motorsport, che ha visto diversi piloti alternarsi sulle sue vetture l’anno passato, si affida a Daniel Abt e a Facundo Regalia, gli ultimi due vice-campioni della GP3 Series; Rapax sostituisce Coletti con Adrian Quaife-Hobbs, già a segno a Monza nel 2013; Arden ingaggia René Binder e André Negrão (proveniente dal team Draco nella WSR); Caterham si lega all’indonesiano Rio Haryanto, proveniente dal team Addax; MP Motorsport si lega a Jon Lancaster, già a segno due volte nella passata stagione con Hilmer; Trident porta in pista Johnny Cecotto Junior, sperando che il venezuelano figlio d’arte si dia una calmata dopo la travagliata stagione 2013 culminata nella frittata dello start di Montecarlo (costatagli l’esclusione dalla gara del giorno dopo), affiancandolo al giovane rookie dello Zimbabwe Axcil Jefferies; Lazarus si affida a Nathanaël Berthon (poco protagonista nel 2013 ma vincitore all’Hungaroring) e al figlio d'arte Conor Daly (già in azione a Sepang 2013 e protagonista dell'ultimo campionato di GP3); Adrián Campos (che torna in GP2 sulle ceneri della Addax) propone la coppia formata da Arthur Pic, già in luce nella WSR, e Kimya Sato, che ha sfiorato il titolo nella AutoGP.

Come sempre, il calendario ricalcherà gran parte di quello della Formula 1: uscirà di scena l’apertura di Sepang, ma al contempo si andrà in Austria e in Russia, e la conclusione sarà ancora ad Abu Dhabi.

Nessuna particolare novità per quanto concerne i regolamenti: l’unica regola introdotta riguarda l’obbligo di utilizzo di entrambe le mescole di gomme (come avviene in Formula 1) durante la Feature Race, mentre fino all’anno passato la scelta era a discrezione del pilota.

Il campionato sarà trasmesso da SkySport F1, che proporrà in diretta e in esclusiva prove libere, qualifiche e gare all'interno dei weekend del Mondiale.

Calendario:

Data Gran Premio Tracciato Record in prova Record in gara
5-6 aprile Bahrain Bahrain International Circuit Fabio Leimer (2013) 01:39.427 Kazuki Nakajima (2007) 01:43.226
10-11 maggio Spagna Circuit de Barcelona-Catalunya Romain Grosjean (2009) 01:27.510 Romain Grosjean (2008) 01:29.204
23-24 maggio Monaco Circuit de Monaco Romain Grosjean (2009) 01:19.498 Andreas Zuber (2008) 01:21.278
21-22 giugno Austria Red Bull-Ring - -
5-6 luglio Gran Bretagna Silverstone Circuit Jules Bianchi (2010) 01:39.189 Sergio Pérez (2010) 01:41.610
19-20 luglio Germania Hockenheimring Giorgio Pantano (2008) 01:21.650 Sergio Pérez (2010) 01:23.110
26-27 luglio Ungheria Hungaroring Timo Glock (2007) 01:27.566 Sébastien Buemi (2007) 01:28.968
23-24 agosto Belgio Circuit de Spa-Francorchamps Álvaro Parente (2009) 01:54.970 Sergio Pérez (2009) 01:56.731
6-7 settembre Italia Autodromo Nazionale di Monza Vitaly Petrov (2009) 01:30.007 Sam Bird (2010) 01:31.954
11-12 ottobre Russia Sochi International Street Circuit - -
22-23 novembre UAE Yas Marina Circuit Oliver Turvey (2010) 01:48.559 Sergio Pérez (2010) 01:50.749

 

Punteggi:

Posizione 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Feature Race 25 18 15 12 10 8 6 4 2 1
Sprint Race 15 12 10 8 6 4 2 1

Quattro punti aggiuntivi all'autore della pole position del venerdì, due punti per chi ottiene il giro più veloce in entrambe le gare.

 

Piloti:

N. Pilota Team
1 Mitch Evans Russian Time
2 Artem Markelov Russian Time
3 Felipe Nasr Carlin Motorsport
4 Julián Leal Carlin Motorsport
5 Raffaele Marciello Racing Engineering
6 Stefano Coletti Racing Engineering
7 Jolyon Palmer DAMS
8 Stéphane Richelmi DAMS
9 Takuya Izawa ART Grand Prix
10 Stoffel Vandoorne ART Grand Prix
11 Daniel Abt Hilmer Motorsport
12 Facundo Regalia Hilmer Motorsport
14 Adrian Quaife-Hobbs Rapax Team
15 Simon Trummer Rapax Team
16 René Binder Arden International
17 André Negrão Arden International
18 Rio Haryanto EQ8 Caterham Racing
19 Alexander Rossi EQ8 Caterham Racing
20 Daniël de Jong MP Motorsport
21 Jon Lancaster MP Motorsport
22 Axcil Jefferies Trident Racing
23 Johnny Cecotto Jr. Trident Racing
24 Nathanaël Berthon Venezuela GP Lazarus
25 Conor Daly Venezuela GP Lazarus
26 Arthur Pic Campos Racing
27 Kimya Sato Campos Racing

 

Così nei test di Abu Dhabi:

Pos Pilota Team Mercoledì 19 Giovedì 20 Venerdì 21 Distacco Giri
1 Rio Haryanto EQ8 Caterham Racing 1'41"275 1'39"129 1'40"377 166
2 Alexander Rossi EQ8 Caterham Racing 1'40"604 1'39"173 1'39"693 0"044 174
3 Julián Leal Carlin Motorsport 1'41"195 1'39"538 1'40"031 0"409 141
4 Jon Lancaster MP Motorsport 1'41"045 1'41"166 1'39"647 0"518 146
5 Raffaele Marciello Racing Engineering 1'40"932 1'39"704 1'40"157 0"575 156
6 Felipe Nasr Carlin Motorsport 1'41"022 1'40"786 1'39"829 0"700 146
7 Jolyon Palmer DAMS 1'40"769 1'39"854 1'40"003 0"725 160
8 Mitch Evans Russian Time 1'40"680 1'39"870 1'40"233 0"741 136
9 Stoffel Vandoorne ART Grand Prix 1'41"041 1'39"913 1'39"920 0"784 214
10 Daniel Abt Hilmer Motorsport 1'40"616 1'41"746 1'39"931 0"802 129
11 Stéphane Richelmi DAMS 1'41"359 1'40"045 1'40"397 0"916 160
12 René Binder Arden International 1'41"426 1'40"126 1'40"550 0"997 137
13 Kimya Sato Campos Racing 1'41"739 1'40"154 1'40"659 1"025 165
14 Nathanaël Berthon Trident Racing 1'41"065 1'40"190 1'40"511 1"061 130
15 Artem Markelov Russian Time 1'41"726 1'40"191 1'41"139 1"062 153
16 Conor Daly Venezuela GP Lazarus 1'40"734 1'40"233 1'41"766 1"104 145
17 Adrian Quaife-Hobbs Rapax Team 1'41"548 1'40"250 1'40"743 1"121 141
18 André Negrão Arden International 1'41"438 1'40"314 1'40"965 1"185 139
19 Facundo Regalia Hilmer Motorsport 1'41"133 1'41"476 1'40"446 1"317 155
20 Simon Trummer Rapax Team 1'41"709 1'41"436 1'40"474 1"345 155
21 Daniël de Jong MP Motorsport 1'42"282 1'40"508 1'40"668 1"379 114
22 Stefano Coletti Racing Engineering 1'41"394 1'41"106 1'40"529 1"400 127
23 Takuya Izawa ART Grand Prix 1'42"013 1'40"678 1'41"019 1"549 207
24 Johnny Cecotto Jr. Trident Racing 1'40"829 1'40"779 1'41"290 1"650 110
25 Arthur Pic Campos Racing 1'41"192 1'40"840 1'41"054 1"711 155
26 Vittorio Ghirelli Trident Racing 1'40"976 1'40"991 - 1"847 74
27 Axcil Jefferies Trident Racing - - 1'42"670 3"541 44
Condividi