GP2 Red Bull-Ring: Haryanto resiste a Vandoorne e vince gara-2

GP2 Red Bull-Ring: Haryanto resiste a Vandoorne e vince gara-2
di 21 giugno 2015, 11:58

Una combattuta sprint race sul Red Bull-Ring ha consegnato il secondo successo stagionale a Rio Haryanto. L'indonesiano del team Campos, assoluta rivelazione del 2015, ha preceduto in volata le ART Grand Prix di Stoffel Vandoorne e Nobuharu Matsushita. Quarta posizione per Sergey Sirotkin, per il team Rapax.

Partenza confusa che ha tolto subito dai giochi Nick Yelloly e Alexander Rossi, venuti a contatto alla prima curva con lo statunitense che perde posizioni dopo un'escursione nella via di fuga e l'inglese invece già fermo ai box. Difficoltà anche per Alexander Lynn, la cui monoposto va in stallo costringendo il pilota della DAMS a prendere il via dalla pit lane in grande ritardo.

Haryanto, che partiva secondo, prende la testa della corsa insidiato da Markelov, anch'egli scattato bene dalla quarta casella. Subito dietro, le due ART di Vandoorne e Matsushita e la Rapax di Sirotkin. Ottimo start anche per Evans e Gasly, che dal decimo e tredicesimo posto rispettivamente si portano sesto e settimo. Recupera un paio di piazze pure Marciello, rimanendo comunque fuori dalla top ten.

Gara dominata dal... risparmio dei pneumatici, allorché nessuno dei piloti in pista cerca di spingere a fondo per poter arrivare al termine dei 28 giri senza crolli prestazionali. Solo Rossi, che è costretto alla rimonta, compie qualche sorpasso, rientrando nei primi dieci al settimo giro dopo avere superato Vişoiu.

Un drive through viene inflitto poco dopo a Leal, che per rientrare ai box attraversa tutta la pista passando pure sull'erba. Weekend non esattamente fortunato per il colombiano della Carlin, la quale non sta a sua volta passando un gran momento neanche con il più quotato Sørensen.

Al quattordicesimo giro, Markelov tenta un attacco su Haryanto alla curva Rauch. Il russo si infila in uno spazio molto ristretto, saltando sul cordolo e perdendo così il controllo della sua monoposto. Dopo un'escursione nella ghiaia, Markelov rientra in pista al settimo posto, subendo però quasi subito il sorpasso di Jordan King.

La situazione si stabilizza fino alla bandiera a scacchi, con il quartetto composto da Haryanto, Vandoorne, Matsushita e Sirotkin nell'ordine, poi Evans, Gasly, King e Markelov che difende l'ultimo punto disponibile per una manciata di millesimi sul rimontante Rossi. Solo undicesimo Marciello, che insieme a Vişoiu negli ultimi giri approfitta di un errore di Pic.

Giunta a nemmeno metà del cammino, la GP2 2015 sembra già avere poco da dire per quanto riguarda la classifica del campionato, con Vandoorne che ha praticamente doppiato tutti gli avversari dall'alto dei suoi 155 punti, a fronte dei 78 di Rossi e dei 70 di Haryanto; solo ottavo invece Marciello, fermo a 24. Tra i team, comanda incontrastata ovviamente la ART con 184 punti contro i 96 della Racing Engineering e i 91 della Campos Racing.

Prossimo appuntamento, il giro di boa, previsto per il weekend del 5 luglio a Silverstone.

Classifica di gara:

gp2gara2

Classifica generale:

gp2generale

Condividi

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.