GP di Spagna, conferenza stampa: le dichiarazioni dei piloti

GP di Spagna, conferenza stampa: le dichiarazioni dei piloti

di 09 Maggio 2014, 09:32

Qui di seguito potete leggere le dichiarazioni più interessanti di Max Chilton (Marussia), Kevin Magnussen (McLaren), Daniil Kvyat (Toro Rosso), Sebastian Vettel (Red Bull Racing), Fernando Alonso (Ferrari), Pastor Maldonado (Lotus), nel corso della tradizionale conferenza stampa del giovedì.

Max, sembra che la Marussia tenda a stare davanti alla Caterham. Puoi dirci qualcosa di come vedi questa battaglia e di quanto tu ti senta vicino ai team di fronte a te? 

Max Chilton: "Abbiamo sempre avuto una bella lotta serrata con la Caterham. A volte ci sorprendono in gara, perché sembra si nascondano in qualifica e nelle prove libere. Ma sento che quest'anno, la nostra monoposto sia decisamente migliore. La stiamo sviluppando bene e abbiamo portato aggiornamenti anche qua a Barcellona. Non sono sicuro che loro ne abbiano portati, ma ad ogni modo, sarebbe bello se potessimo fare un ulteriore passo in avanti. La Sauber non è molto più avanti di noi e stiamo lottando con loro, perlomeno nelle prime fasi di gara. Bisogna concentrarsi sulle monoposto davanti, non quelle dietro di noi, e cercheremo di migliorare ulteriormente".

Pastor, hai vinto in passato, qua a Barcellona. Nel frattempo, la Lotus è arrivata in Q3 in Cina, nei primi dieci. Come descriveresti questi miglioramenti all'interno del team? 

Pastor Maldonado: "È chiaro che siamo migliorati molto nelle ultime due gare. Non siamo ancora al massimo, ma stiamo lavorando molto e duramente. Più avanti saremo in grado di lottare per posizioni ancora migliori - questo è il nostro obiettivo principale e penso che si possa ottenere. Abbiamo comunque una buona monoposto e un buon team. Adesso il funzionamento della Power Unit ci è decisamente più chiaro e speriamo che da qui in avanti, ci aspettino solamente tempi migliori". 

Sebastian, la Red Bull ha annunciato che tu avrai un nuovo telaio questo weekend, puoi dirci perché ne avevi bisogno? Che cosa ti aspetti da questo nuovo telaio e quanto pensi di essere vicino al trovare la soluzione ai tuoi problemi? 

Sebastian Vettel: "Abbiamo deciso che questo cambio di telaio sarebbe stato fatto dopo la Cina. A dire il vero, non è proprio un nuovo telaio, ma uno che abbiamo usato nei test invernali, quindi sappiamo come funziona e come va. L'altro lo stiamo facendo controllare, non mi dava particolari problemi. Quest'operazione però, è una sorta di reset, per poter ricominciare daccapo al meglio. C'è ancora molto da fare, ma come ho detto, sarà un processo molto lungo e dovremo essere pazienti". 

Fernando, hai vinto due volte, in questo circuito. Hai avuto un inizio di stagione duro, ma hai ottenuto un terzo posto in Cina. Quanto vi ha incoraggiato e quanti aggiornamenti avete portato qua?

Fernando Alonso: "Il risultato ottenuto in Cina è stata un'iniezione di motivazione, per lavorare ancora di più. Non siamo comunque soddisfatti. Abbiamo un bel distacco dalla Mercedes, che sta dominando con un buon margine, quindi dobbiamo cercare di avvicinarci. Dobbiamo fare passi in avanti ben più grandi degli altri team per farlo. Penso che le caratteristiche di questo circuito ci aiuteranno un po' - per quanto riguarda le nuove componenti, abbiamo portato qualcosa, ma niente di eclatante. Non saranno aggiornamenti diversi dagli altri top team, vedremo come andrà". 

 

Condividi