GP di Monaco: le dichiarazioni post-gara dei piloti

di 26 maggio 2014, 13:05 Condividi
GP di Monaco: le dichiarazioni post-gara dei piloti

Qui di seguito, trovate riportate le dichiarazioni più interessanti dei piloti, in seguito al Gran Premio di Monaco.

Romain Grosjean: "È buono riuscire a terminare questo Gran Premio per la prima volta nella mia carriera, e va bene anche ottenere qualche punto. Ho avuto un brutto inizio di domenica, con una foratura al primo giro, dopo il contatto con Adrian Sutil. Avevamo scelto la gomma soft, ma siccome era impossibile sorpassare, abbiamo cambiato con le supersoft. La safety car non ci ha aiutato, visto che avevamo appena messo le gomme nuove, ma così va a Monaco. Puoi avere un sacco di sfortune in gara, ma puoi sempre finire a punti!".

Nico Hulkenberg: "I dieci punti di oggi sono una grande ricompensa, dopo la gara di oggi. Gli ultimi venti giri sono stati veramente impegnativi, dato che le mie gomme supersoft erano veramente al limite, ed è stato difficile tenere dietro le altre monoposto, cercando anche di evitare le barriere. Ci sono stati dei momenti in cui ho sfiorato i muretti, ma ce l'ho fatta a mantenere il quinto posto. Per fortuna, la mia monoposto era veloce abbastanza nei punti giusti. Ci sono stati momenti divertenti durante la gara, specialmente il mio sorpasso su Magnussen! In un circuito come quello di Monaco, ti dà soddisfazione poter portare la tua mossa fino alla fine!"

Nico Rosberg: "È stata una gara dura, ma sono assolutamente felice di aver vinto per la seconda volta consecutiva il Gran Premio di Monaco. È fantastico, sono così contento di averlo fatto davanti alla mia famiglia e ai miei amici presenti questo pomeriggio. La partenza è stata buona, è andato tutto bene fino a quando non abbiamo dovuto tenere sotto controllo il consumo di carburante, con Lewis che stava andando forte. Per me è stato molto importante interrompere la striscia vincente di Lewis. Sono felice per il team e per aver ottenuto un'altra doppietta".

Sebastian Vettel: "È deludente. Ero partito bene, poi abbiamo perso il turbo, quindi non avevo potenza e sono stato costretto a ritirarmi. La squadra ha fatto tutto il possibile. Mi sentivo impotente, chiedevo cosa si potesse fare, mentre ero nella monoposto, ma non c'era una risposta in quel momento. Eravamo riusciti a sistemare dei problemi con l'ERS sabato, ma altri sono arrivati con il turbo. Andremo avanti e arriverà il momento buono anche per noi".

Felipe Massa: "Sono molto felice di questo settimo posto, dopo essere partito sedicesimo. Mi sono preso qualche rischio, cambiando la strategia con l'arrivo della Safety Car, dovevo far durare le gomme. Ho approfittato delle opportunità che mi si sono presentate, tra errori altrui e ritiri. Sono felice che tutto sia andato per il meglio".

Jenson Button: "È stato il tipico Gran Premio di Monaco - incasinato, con piloti che sbagliavano e c'erano monoposto ovunque, e con la concentrazione al massimo, per poter stare in contatto con il gruppo di monoposto, e, allo stesso tempo, risparmiare le gomme. Non sono riuscito a sorpassare Nico Hulkenberg, in difficoltà verso la fine, ma ogni volta che spingevo per raggiungerlo, ero in difficoltà pure io. Non è stato comunque un brutto risultato per noi - peccato per non aver raggiunto e passato Nico ed è un peccato che Kevin abbia avuto quel problema verso la fine". 

Fernando Alonso: "Finire ai piedi del podio è stato un buon risultato, specialmente dopo una partenza difficile e i vari incidenti durante la gara. Le tre monoposto davanti a me si sono meritate di essere là, essendo anche parecchio imprendibili. Sono contento di questo quarto posto, perché siamo riusciti a gestire una gara dove devi essere sempre molto concentrato, dato che ci sono stati anche molti momenti di tensione. Stiamo migliorando, passo dopo passo, anche se il divario tra noi e i leader è ancora grande. Dobbiamo fare ancora meglio, a partire dal Canada".

Jules Bianchi: "Wow! Che risultato! Sono molto felice, devo ringraziare tutto il team Marussia, per aver reso questo possibile. Nessuno può immaginare la determinazione che mettiamo in ogni gara, ma sono così contento di aver potuto aiutare la squadra a raggiungere l'obiettivo di ottenere dei punti. Sono molto orgoglioso. Non è stata una gara facile, ci sono stati momenti piacevoli, ma anche momenti preoccupanti - ma quello che conta è quello che abbiamo ottenuto e possiamo godere di questo buon risultato per un po'. Il mio ringraziamento va anche alla Ferrari Driver Academy, per il sostegno che mi dà in ogni momento della mia carriera".

 

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.