GP della Cina: le dichiarazioni dei piloti

GP della Cina: le dichiarazioni dei piloti

di 20 Aprile 2014, 18:24

Qui di seguito, riportiamo le dichiarazioni dei primi tre classificati - e quelle più interessanti del resto dei piloti, a seguito del Gran Premio della Cina.

Lewis Hamilton: "La squadra ha fatto un lavoro fantastico e quanto fatto qua e in Inghilterra sta veramente dando i suoi frutti. Questa monoposto è semplicemente incredibile; nei giri finali, stavo spingendo un po' di più per mantenere le temperature delle gomme ed è stata comunque fantastica da guidare. Sono molto, molto felice oggi - dopo la pioggia di sabato, non sapevamo bene che cosa aspettarci, oggi. Non abbiamo tirato a indovinare, però, abbiamo cercato di fare i passi giusti in vista di oggi. Vorrei davvero ringraziare tutti quelli a Brackley e Brixworth per avermi accolto l'anno scorso e per aver costruito questa monoposto fantastica e questo motore. Sto lavorando duro, la squadra sta lavorando duro e vogliamo solo migliorare per i Gran Premi europei".

Nico Rosberg: "Non è stato un weekend perfetto per me. Troppe cose non sono andate per il verso giusto, a partire da un problema tecnico e una qualifica non ottimale da parte mia. Oggi, non avevo la telemetria, quindi non c'era modo che la monoposto comunicasse con i box. I miei ingegneri non potevano vedere che cosa stesse succedendo alla mia monoposto e quindi non sono riusciti a impostare la frizione per la partenza. La frizione è stata impostata male ed ecco perché ho avuto una partenza molto brutta. Mi sono toccato con Bottas alla Curva 1 e ho pensato di aver finito la gara. Invece, fortunatamente, la mia monoposto non è stata danneggiata e il ritmo è sembrato comunque buono, il che mi ha consentito di recuperare delle posizioni. Finire secondo, in un weekend dove ho dovuto limitare i danni, è grandioso. Ho raccolto punti importanti e ne sono contento. Spero di avere un weekend normale a Barcellona e spero di tornare in prima posizione".

Fernando Alonso: "Dopo un inizio difficile di stagione, questo podio è un incentivo per tutta la squadra, dando motivazione in più a tutti coloro che stanno lavorando per chiudere il distacco. Questo podio andrebbe dedicato a Stefano, tutto quello che faremo fino a Luglio sarà anche il risultato dei suoi sforzi. Abbiamo fatto un passo in avanti rispetto a due settimane fa, ma la strada è ancora lunga e dobbiamo rimanere con i piedi per terra. In generale, è stato un buon weekend per me, e tutto è andato bene sin da venerdì. Non potevo fare di più oggi. Ora, dobbiamo fare del nostro meglio in vista della prossima gara e dobbiamo prepararci per qualsiasi occasione ci si possa presentare".

Daniil Kvyat: "Sono molto contento della mia performance. Ho avuto una buona partenza e sono riuscito a recuperare delle posizioni nel primo giro. Il nostro ritmo era molto buono e mi sono divertito a lottare contro Jenson Button. Abbiamo fatto un buon lavoro con la gestione delle gomme e siamo riusciti a stare in pista più a lungo. C'è ancora da fare e penso che si possa ottenere di più dalla monoposto. Non vedo l'ora di iniziare la parte europea della stagione".

Romain Grosjean: "Abbiamo iniziato con il perdere la quarta marcia, poi le abbiamo perse tutte. È la prima volta che abbiamo avuto un problema del genere e dobbiamo quindi capire come sia stato possibile. È stato positivo il fatto che stessimo lottando per la nona posizione, eravamo a punti, il che è un miglioramento. Non abbiamo finito oggi, ma speriamo di finire la gara a Barcellona".

Jenson Button: "È stata una gara difficile, la sensazione è quella delle qualifiche di ieri: non siamo riusciti a scaldare le gomme anteriori, che iniziavano subito a soffrire di graining. Abbiamo qualche aggiornamento per il prossimo Gran Premio, ma non saranno abbastanza per colmare il distacco. I ragazzi, però, stanno facendo del loro meglio e un risultato del genere è deludente per tutti, specialmente per i meccanici e i ragazzi in fabbrica, perché stanno lavorando veramente tanto".

Felipe Massa: "Ho avuto una gran partenza e stavamo lottando là davanti. Ho avuto un contatto con Fernando, ma fortunatamente, la monoposto non era danneggiata, quindi ho potuto proseguire senza problemi. Ma, al primo pit stop, c'è stato un errore ed è lì che la mia gara si è compromessa. È una situazione frustrante e dobbiamo lavorare in modo che non si ripeta più".

Nico Hulkenberg: "Finire sesti e portare entrambe le monoposto a punti, un'altra volta, è molto positivo per la squadra - è stata una gara piuttosto tranquilla, una volta superato Massa: ho dovuto gestire le mie gomme, il mio passo gara e sono stato attento a evitare gli errori, solamente verso la fine Bottas si stava facendo avanti. Dobbiamo continuare così".

Sebastian Vettel: "Ho lasciato passare Daniel, una volta capito che avevamo due strategie differente. Quando mi è stato chiesto, non capivo, perché avevamo le stesse gomme, quindi ho preferito capire perché. Quando mi è stato spiegato il motivo, l'ho lasciato passare. Man mano che proseguivo nella gara, mi rendevo conto di non avere il ritmo e la velocità giusti. Non aveva senso trattenere Daniel. Non sono ancora dove vorrei essere, ma è un percorso continuo e tutt'ora in atto. Speriamo di fare ulteriori passi in avanti nelle prossime gare. Il nostro punto debole non è nelle curve, ma sui rettilinei".

Condividi