Forse è meglio smetterla con i proclami...

SEVEN
Forse è meglio smetterla con i proclami...

di 28 Maggio 2016, 16:30
Alessandro Secchi

Le qualifiche di Montecarlo pongono definitivamente fine a proclami, proclametti e promesse non mantenute. Forse è ora di smetterla di dare aria alla bocca ed è ora di iniziare a lavorare seriamente.

La Mclaren che, forte delle supreprestazioni degli ultimi tempi, diceva di poter essere davanti alla Ferrari sul Principato, ha mostrato ancora una volta che i suoi limiti sono assoluti e non relativi. Un secondo e sette di Alonso (non il primo che passa) su Ricciardo è un'eternità, poche palle. Forse sarebbe il caso di smettere di intortare i propri tifosi e rassegnarsi ad una situazione migliore di quella dell'anno passato ma ancora tragica, se consideriamo il blasone del team.

La Ferrari, dopo la FP3 in cui sembrava in palla (come successo in altre occasioni), per l'ennesima arriva in qualifica 1) prende gli schiaffi ANCHE dalla Red Bull, 2) deve far fronte all'ennesimo problema tecnico sulla macchina di Raikkonen, che deve sostituire il cambio: e questa volta non c'è Kvyat che tenga. Anche qui, è inutile parlare e raccontare di voler prendere la Mercedes se poi ci si trova dietro anche alla Red Bull. Barcellona qualifica particolare e sfortunata? Attendo la scusa di oggi.

La Red Bull, per inciso quella che parla meno di tutti all'inizio dell'anno, porta a casa i risultati. In tre settimane, con anche un po' di culo, cambia tra le polemiche un pilota e lo porta al successo a Barcellona (Verstappen), e grazie anche alla power unit aggiornata piazza la pole a Montecarlo (con Ricciardo). Come andrà la gara non lo so, ma mi pare abbastanza chiaro che le lattine abbiano messo la freccia sulla Ferrari.

Occhio a mettere troppa pressione addosso a Verstappen. Tra stamattina e oggi pomeriggio ha fatto due errori dati dalla troppa foga, e questo non va bene. Meglio che papà Jos lo calmi e gli faccia capire che una vittoria non basta a fare esperienza a Montecarlo. Anche se ho sempre più l'impressione che dei due il più quadrato sia il più giovane.

Per il resto, ottima Force India e buona Toro Rosso, come sempre. La Williams, al solito, qui è inguardabile, ma quanto meno all'interno del team nessuno dice di puntare alla pole prima delle qualifiche...


Condividi