FORMULA E Rome ePrix 2018 - Anteprima

Il campionato elettrico sbarca finalmente in Italia! di 11 aprile 2018, 14:00 Condividi
Formula E | Rome ePrix 2018 - Anteprima

Il weekend tanto atteso dagli appassionati italiani di motorsport è ormai alle porte. La grande novità del calendario 2017-2018 della Formula E, l'ePrix di Roma, si correrà questo sabato presso il quartiere Eur della "Città Eterna". Un evento da cui il campionato elettrico non poteva più prescindere e che apre la "sezione europea" della quarta stagione, che poi tornerà a Parigi e Berlino per approdare infine in Svizzera. 

Roma è stata da subito una delle candidate ad ospitare un ePrix, ma prima dell'effettiva realizzazione del progetto si è dovuto attendere fino al 24 aprile dell'anno scorso, quando i primi punti cardine dell'evento sono usciti allo scoperto. 2840 metri che si snodano su 21 curve e il suggestivo scenario della capitale d'Italia saranno la cornice della settima corsa di un campionato che, giunto alla sua metà, ha trovato in Jean-Éric Vergne il principale candidato al titolo.

Una vittoria tutta di nervi, quella del francese a Punta del Este, ottenuta davanti al redivivo Lucas di Grassi e all'Audi che dal primo all'ultimo giro sono rimasti incollati all'assale posteriore della Techeetah-Renault #25. Il vantaggio dell'ex pilota Toro Rosso è aumentato a 30 punti su Felix Rosenqvist, che dopo un avvincente inizio di stagione è stato vittima di qualche episodio sfortunato e poi di un ePrix uruguayano in cui la Mahindra ha reso per la prima volta al disotto delle aspettative; Sam Bird è il terzo incomodo, piuttosto costante nei risultati al netto della giornata nera di Città del Messico ma ancora nell'impellente necessità di ritrovare quel successo che gli darebbe una spinta importante in ottica campionato.

Le novità portate dal team Audi hanno riportato il team di Ingolstadt nelle posizioni che contano. Dopo la vittoria di Daniel Abt in Messico, in Uruguay anche Lucas di Grassi ha riassaporato la gioia del podio, con l'incognita di cosa sarebbe potuto succedere se il contatto con un paletto a bordo pista non gli fosse costato la Superpole ottenuta sul campo. Con sei gare ancora da disputare, la FE-04 potrà dimostrare tutto il suo valore senza particolari pensieri di classifica, visto che Abt è scivolato al settimo posto dopo la disavventura con le cinture di sicurezza in Uruguay e di Grassi continuerà giocoforza a pagare i tre soli punti accumulati nelle prime cinque gare della stagione.

Chi è uscito con le ossa a pezzi da Punta del Este è senz'altro Sébastien Buemi, che dopo tre podi consecutivi ha commesso un grossolano errore giocandosi la possibilità di conquistare altri punti importanti per la sua rimonta iridata. Lo svizzero del team DAMS-Renault occupa tuttora la quarta posizione, ma il gap di 57 punti da Vergne sembra rendere davvero complicata la rincorsa verso il secondo titolo elettrico della sua carriera. Anche per Buemi, ad ogni modo, Roma rappresenterà una nuova occasione per ottenere il primo centro stagionale e per chiudere una striscia di gare senza vittoria che dura ormai da New York 2017. Il campionato 2017-2018 del team Renault non sta certo seguendo la scia di quelli precedenti, non si era mai verificato un periodo così lungo senza vittorie e in Uruguay è arrivato anche il primo zero in casella dal 2014 per quanto riguarda la voce "classifica team". Sì, perché se Buemi sta cercando di recuperare il terreno perduto con il disastroso double header di Hong Kong, la classifica di Nicolas Prost continua a versare in condizioni precarie, con la miseria di sette punti accumulati per il 17° posto nella generale. A seguito di un netto dominio prestazionale nelle ultime due stagioni, Renault rischia di cedere il posto a Nissan senza lasciare un bel ricordo (recente) di sé.

Attesa protagonista in quel di Roma è anche la Jaguar, marchio che da sempre rievoca grandi ricordi nella mente degli appassionati di quattro ruote. A Punta del Este è finalmente rinata la giovane stella di Mitch Evans, quarto alla fine di un ePrix svoltosi senza errori e senza intoppi dopo una sequenza di potenziali buone gare sprecate; non è andata altrettanto bene a Nelsinho Piquet, che vanta quattro punti in più del neozelandese in classifica generale ma è ancora in cerca di quel podio che manca dalla vittoria nell'ePrix di Mosca del 2015. Tra le incognite si colloca invece il team NextEV-NIO, che tra le sue fila presenta Luca Filippi ma che finora si è affidato principalmente ad Oliver Turvey per quanto riguarda i risultati sul campo, grazie all'ottimo podio di Città del Messico.

Tornando a parlare di Filippi, Roma rappresenta la più grande occasione di rivincita di tutta la stagione per il pilota piemontese, che ha racimolato appena un punto nelle sue prime sei gare elettriche. Bottino magro, se paragonato alle capacità messe in mostra da Filippi nelle stagioni passate, e sicuramente frutto di uno scarso feeling con la nuova categoria, ma l'aria italiana e il tifo del pubblico potranno dare quella spinta in più anche alla NextEV #68. Situazione di campionato decisamente migliore per Edoardo Mortara, col senno di poi molto bravo a sfruttare le "stranezze" che sembrano ormai essere tipiche dell'ePrix di Hong Kong poiché nelle quattro gare successive alla trasferta cinese il nativo di Ginevra ha raccolto appena quattro punti, grazie alla grande rimonta di Città del Messico e a causa di una Venturi che appare tutt'altro che migliorata rispetto ai livelli mostrati l'anno scorso. Proprio nelle trasferte europee la vettura monegasca ha dato il meglio di sé nella season 3, si spera che anche nel campionato in corso possa essere così.

Nella vigilia di questo ePrix sono arrivate due importanti notizie riguardanti la Formula E. La prima riguarda quella che sarà la prima uscita "pubblica" della Spark SRT-05, che dopo i tanti test privati svolti nelle scorse settimane scenderà in pista a Berlino con Nico Rosberg in occasione dell'ePrix tedesco, mentre la seconda concerne la lista ufficiale delle powertrain approvate per la season 6: oltre ai motoristi già presenti è stata confermata la presenza di BMW, che debutterà in forma ufficiale già nella prossima stagione con Andretti, di Mercedes e di Porsche; dovrebbero esserci avvicendamenti per quanto riguarda le squadre, con Techeetah futura sposa (almeno da un anno) di DS e Virgin indirizzata verso un posto da cliente Audi. Ne sapremo sicuramente di più dopo l'ePrix di New York che concluderà la season 4.

Molto ricca la programmazione garantita da Mediaset ed Eurosport. L'emittente in chiaro trasmetterà in diretta, per la prima volta dalla nascita di questo campionato, anche la seconda sessione di prove libere su Italia 2, ma la diretta delle prove ufficiali sarà esclusiva di Eurosport per la concomitanza con il mondiale Superbike. La squadra di Mediaset sarà inoltre impegnata per la prima volta direttamente sul campo di gara, cosa che si ripeterà per tutti e quattro gli ePrix europei.

2018 CBMM Niobium Rome E-Prix presented by Mercedes EQ - Circuito Cittadino dell'Eur
Round 6/10
14 aprile 2018

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 2,840 km
Giri da percorrere: 33
Distanza totale: 95,720 km
Numero di curve: 21
Senso di marcia: antiorario

RECORD

Non vi sono record, in quanto si tratta del primo ePrix su questo circuito.

PROGRAMMA

Sabato 14 aprile
8:00-8:45 Prove libere 1
10:30-11:00 Prove libere 2 - Italia 2
12:00-13:00 Qualifiche - Eurosport 1 (14:00 Italia 1, Italia 2)
16:00 Gara - Italia 1, Italia 2, Eurosport 1

Immagine copertina: fiaformulae.com

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.