FORMULA E Punta del Este ePrix 2018 - Anteprima

Ritorno in Uruguay dopo un anno di stop. Riprende la sfida per il titolo di 15 marzo 2018, 10:29 Condividi
Formula E | Punta del Este ePrix 2018 - Anteprima

Il giro di boa del quarto campionato di Formula E coincide con il ritorno sulla pista uruguayana di Punta del Este, a 140 chilometri dalla capitale dello Stato sudamericano, Montevideo. Dopo un anno di stop, la pista ricavata da un vecchio tracciato cittadino che ospitava i principali campionati turismo argentini è rientrata infatti in calendario per sostituire San Paolo, gara cancellata per motivi organizzativi. La pista ha mantenuto intatto il suo layout rispetto all'ultimo ePrix corso qui nel dicembre 2015, con i suoi 2785 metri che si snodano tra 20 curve.

L'ePrix di Città del Messico non ha smosso eccessivamente la classifica, almeno per quanto riguarda le prime posizioni, allorché i tre principali protagonisti dell'avvio di stagione hanno passato una giornata piuttosto negativa sull'autodromo intitolato ai fratelli Rodríguez. Jean-Éric Vergne ha allungato pur cogliendo solo uno scarno quinto posto, grazie al kappaò tecnico subito da Felix Rosenqvist, autore della pole e dominatore assoluto nei primi giri di gara fino all'improvviso stop; la sostituzione del cambio resasi necessaria dopo Santiago, e la conseguente penalità in griglia, ha rovinato la giornata di Sam Bird, rimasto inchiodato nella bagarre di centro gruppo e solo 17° al traguardo. Proprio a Punta del Este, Vergne debuttò in Formula E a dicembre 2014 staccando subito la pole position al volante della Andretti #27.

Hanno dunque compiuto un passo avanti i principali inseguitori del terzetto al comando. Pur non avendo ancora vinto una gara, Sébastien Buemi sta migliorando lentamente la sua posizione di classifica e in Uruguay si presenta con 29 lunghezze di distacco da Vergne. Reduce da tre podi consecutivi, Buemi è ora chiamato ad interrompere un digiuno di vittorie pari a ben nove gare su una pista dove invece è imbattuto, avendo vinto entrambi gli ePrix qui corsi.

Attesa anche per l'Audi, che in Messico ha trovato finalmente la sua prima vittoria ufficiale in Formula E e in Uruguay potrà finalmente utilizzare il nuovo inverter che, nelle intenzioni del team di Ingolstadt, dovrebbe scongiurare definitivamente i problemi di affidabilità accusati in questo inizio di campionato. A sbloccare lo score della Casa tedesca è stato nuovamente Daniel Abt, che giocoforza si trova ora nella posizione di essere il riferimento di Audi per questa stagione, visti i 37 punti che lo collocano in sesta piazza nel campionato; Lucas di Grassi ha infatti ottenuto i suoi primi punti solo in Messico, chiudendo nono dopo l'ennesima penalità in griglia scontata in parte anche in gara, visto che erano "avanzate" due posizioni trasformatesi in uno stop&go di 5 secondi. La powertrain Audi ha mostrato una decisa competitività sul giro secco nei primi round della stagione, ma per un motivo o per l'altro i risultati ricavati sono stati ben al disotto delle aspettative: a Punta del Este il vento potrebbe cambiare direzione.

Dopo tre quarti posti da quando è salito sulla Jaguar, Nelsinho Piquet punta al primo podio sulla vettura inglese su una pista dove concluse al secondo posto nella stagione del titolo, quella di tre anni fa. Anche per il figlio d'arte brasiliano è in corso una lunghissima striscia negativa, in quanto l'ultimo piazzamento in top 3 risale al vittorioso ePrix di Mosca del 2015, e sicuramente sarà rimasto stizzito nel vedere la sua ex vettura (la NextEV) salire nuovamente sul podio prima di lui. Il gradino di mezzo in Messico è stato occupato infatti da Oliver Turvey, capace di resistere all'assalto finale di Buemi per portarsi a casa un piazzamento fondamentale in casa NextEV-NIO. 

Tra i protagonisti mancati del Messico si annoverano anche Mitch Evans e André Lotterer. Il neozelandese ha gettato alle ortiche un'altra occasione di correre una gara competitiva nel corso delle qualifiche, nonostante la buona posizione garantitagli dal sorteggio dei gruppi, mentre il tedesco è tornato nella pancia del gruppo (13°) dopo l'exploit cileno al volante della Techeetah-Renault. Da rivedere anche Alexander Lynn, anch'egli penalizzato da problemi al cambio negli ultimi due round ma tuttora in caccia del primo risultato di rilievo, su una Virgin che ha invece dimostrato di essere una vettura di riferimento.

La rivelazione dello scorso appuntamento è stata sicuramente la Andretti, portata in Superpole da António Félix da Costa e poi settima al traguardo, sovrastata alla distanza da vetture più competitive. Il futuro team ufficiale BMW non può che puntare su questi exploit del portoghese, visto che Tom Blomqvist non sembra essersi ancora adattato alla monoposto elettrica. In evidenza anche Edoardo Mortara, partito in penultima fila e ottavo al traguardo di Città del Messico con la Venturi, sulla quale al momento sta spadroneggiando nei confronti di Maro Engel. In tema di piloti italiani è atteso il riscatto di Luca Filippi, ancora fermo a un punto in classifica generale sulla NextEV appena portata sul podio dal compagno di squadra.

Gli appuntamenti televisivi in diretta da Punta del Este riguarderanno le qualifiche, solo su Italia 2, e la gara, che verrà trasmessa anche da Eurosport oltre all'emittente digitale Mediaset.

2018 CBMM Niobium Punta del Este ePrix - Punta del Este Street Circuit
Round 5/10
17 marzo 2018

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 2,785 km
Giri da percorrere: 37
Distanza totale: 103,045 km
Numero di curve: 20
Senso di marcia: antiorario

RECORD

Giro gara: 1:17.413 - Sébastien Buemi - DAMS - 2015
Giro prova: 1:15.408 - Jean-Éric Vergne - Andretti Autosport - 2014 (NB: record 1:15.011, Sébastien Buemi, DAMS, 2015, QP)
Vittorie pilota: 2 - Sébastien Buemi
Vittorie team: 2 - DAMS
Pole pilota: 1 - Jean-Éric Vergne, Jérôme d'Ambrosio
Pole team: 1 - Andretti Autosport, Dragon Racing
Podi pilota: 2 - Sébastien Buemi, Lucas di Grassi
Podi team: 2 - DAMS, Abt Sportsline Racing

ALBO D'ORO

PROGRAMMA

Sabato 17 marzo
8:00-8:45 (12:00-12:45) Prove libere 1
10:30-11:00 (14:30-15:00) Prove libere 2
12:00-13:00 (16:00-17:00) Qualifiche - Italia 2 (19:00 Eurosport 1)
16:00 (20:00) Gara - Italia 2, Eurosport 1

NB: tra parentesi gli orari italiani.

Immagine copertina: fiaformulae.com

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non verranno divulgati a terzi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.