Formula E | Parigi: Wehrlein in pole davanti alle Nissan

FORMULA E
Parigi: Wehrlein in pole davanti alle Nissan

Il tedesco è il primo pilota a conquistare due partenze dal palo in stagione di 27 Aprile 2019, 13:34

Pascal Wehrlein è il primo pilota capace di conquistare due pole position in questa sempre più combattuta season 5 di Formula E. Sul Circuit des Invalides di Parigi, il pilota tedesco della Mahindra ha segnato il miglior tempo nella Superpole precedendo i due alfieri Nissan, Oliver Rowland e Sébastien Buemi. 1:00.383 il nuovo record in qualifica di Wehrlein, otto decimi più rapido del primato stabilito da Jean-Éric Vergne un anno fa: miglioramento piuttosto irrisorio rispetto ad altre piste, dove la Gen2 è riuscita ad abbassare i tempi della Gen1 anche di due secondi a parità di layout di pista.

Una qualifica che ha penalizzato in misura leggermente minore rispetto al solito i piloti al comando del campionato, che da regolamento sono scesi in pista per primi. Per la prima volta da Marrakech il leader della classifica è arrivato a giocarsi la Superpole, con Jérôme d'Ambrosio sesto al termine del giro secco decisivo. Il belga ha avuto ragione di tutti i suoi avversari diretti nel primo gruppo e potrà prendere il via della gara da una posizione di vantaggio. Davanti alla Mahindra #64 hanno concluso Robin Frijns, autore di un giro spettacolare nella Superpole con una lunga frenata a ruote fumanti in curva 10, e Felipe Massa con la Venturi.

Ha sfiorato la seconda top 6 consecutiva Maximilian Günther, con una Dragon-Penske ancora efficace sul giro singolo. Alla Superpole poteva invece accedere il suo compagno di squadra José María López, che tuttavia dopo un primo settore da record è finito nella via di fuga della curva 3. Per l'argentino è l'ennesimo errore di una stagione finora molto difficile; oggi partirà dall'ultima casella della griglia.

Ottavo André Lotterer con la Techeetah-DS, davanti alle Audi ufficiali di Daniel Abt e Lucas di Grassi. Il brasiliano è stato uno dei tanti piloti vittime di incidenti nelle prove libere: nella prima sessione, con la pista bagnata dalla pioggia notturna, l'Audi #11 è finita a muro danneggiando tutto l'avantreno, ma fortunatamente per il campione della season 3 il danno non è stato tale da pregiudicare il resto della sua giornata parigina.

Buono l'11° posto di Tom Dillmann sulla NIO, vettura altamente in difficoltà nella prima metà di stagione; l'alsaziano ha replicato il suo miglior risultato in griglia, ottenuto già sotto la pioggia di Hong Kong. Alle sue spalle Edoardo Mortara, mentre la seconda monoposto anglo-cinese si è piazzata 13esima con Oliver Turvey.

Seguono tre grandi protagonisti del campionato, con Jean-Éric Vergne solo 14° davanti a Sam Bird e ad António Félix da Costa. Tre piloti che saranno chiamati ad una rimonta non facile, su un circuito dove i punti di sorpasso sono ben pochi, per mantenere intatte le speranze di vincere il titolo. Molto peggio è andata al vincitore del round di Roma, Mitch Evans, addirittura 20° con la Jaguar. Il neozelandese, oltre a López per i motivi già citati, si è lasciato alle spalle solo Stoffel Vandoorne, incappato in un errore durante il suo giro di qualifica. Due terzi del podio italiano sono nelle ultime tre posizioni della classifica, a conferma dell'assoluta incertezza che regna nel campionato elettrico.

Alle ore 16:00 partirà la caccia all'ePrix di Parigi. Con cinque piloti ancora a digiuno di vittorie davanti a tutti, la possibilità di vedere l'ottavo vincitore diverso di questa stagione è molto alta.

Classifica:

Immagine copertina: Formula E

Condividi